Sformato di miglio carote e zucchine

Sabato mattina io e l’Assistente siamo andati al mercato coperto di Trionfale. Qui a Roma ci sono molti mercati  davvero grandi e pieni di ogni genere di prodotto, nazionale e non. Prima vivevamo in un altra zona di Roma ed andavamo spesso al mercato a piazza Vittorio (un mercato multietnico meraviglioso, pieno di colori e profumi di altri paesi).
Una volta trasferitici abbiamo cominciato a frequentare un mercato qui vicino casa, che è ancora all’aperto e mi ricorda di più casa mia (nel mio paese d’origine ogni sabato mattina si tiene un grande mercato dove è possibile trovare non solo generi alimentari, ma anche abbigliamento, biancheria, detersivi. Una volta questo mercato riempiva tutte le strade del paese, oggi per problemi di viabilità è concentrato in punti strategici, ma è comunque enorme). Il mercato che ora io e l’Assistente frequentiamo abitualmente è un mercato piccolino, ma ci sono prodotti freschi a prezzi più che accessibili.
Questa è la ragione per la quale sino ad oggi non ci eravamo mai spinti al mercato di cui vi parlavo (n.d.r. Trionfale) che è più lontano e quindi scomodo. E’ stata una sorpresa davvero piacevole. E’ molto grande, ci sono prodotti internazionali, ma anche tanti prodotti d’eccellenza italiani. D’ora in poi mi sono ripromessa di andarci più spesso.
Girando tra i vari banchi ne ho trovato uno che vendeva solo prodotti biologici e ne ho approfittato per comprare un pò di legumi, tra cui il miglio che ho subito impiegato per questa ricetta 😉 

Ingredienti per 6 sformatini
500 g di miglio
brodo vegetale
2 carote
2 zucchine
200 ml di panna
3 cucchiai di farina
3 uova
olio evo
sale

 

 

Prima di tutto fate tostare il miglio con un cucchiaio di olio (vi dico subito che il miglio ha la fastidiosa tandenza a diventare un “pappone” ma con questo piccolo accorgimento limiterete di molto eventuali danni).

 

Aggiungete il brodo (per la ricetta del brodo vedi QUI) e fate cuocere per 10 minuti (io l’ho aggiunto poco alla volta per evitare il sopracitato “pericolo pappone”).

 

Sminuzzate le carote e le zucchine (io le ho grattugiate).

 

Cuocetele per cinque minuti in tre cucchiaio di olio.

 

Unite la panna al miglio.

 

 

Poi le verdure

 

la farina e

 

le uova.

 

Amalgamate bene in composto e riempite degli stampini.
Cuocete in forno a 180° per 30 minuti.
L’ho servito accompagnandolo con della panna acida (che recentemente non manca mai a casa mia) e devo dire che l’accostamento era proprio buono!

 

P.S. Oggi vi presento il fratellino di Susi, Zeke. Il suo padroncino gli fa delle foto eccezionali *_*

8 Replies to "Sformato di miglio carote e zucchine"

  • comment-avatar
    pâtes et pattes 27 febbraio 2012 (11:53 am)

    Zeke è bellissimo! Ho letto con attenzione il tuo post e con uriosità la ricetta, non ho mai cucinato il miglio, anche se so che fa benissimo, proprio pr il motivo "pappone", la tua ricetta mi ha fatto cambiare opinione, questi sformatini sono bellissimi e immagino ottimi. Bciotti e ronron Helga e Magali

    • comment-avatar
      daniela 27 febbraio 2012 (12:53 pm)

      Basta fare attenzione ed essere parchi con il brodo ed il pericolo è superato!
      I miei gatti hanno però snobbato lo sformato (gliene ho dato un pezzetto, ma non era di loro gradimento) al contrario si sono contesi il vasetto vuoto della panna acida 😉

  • comment-avatar
    cristina b. 27 febbraio 2012 (9:30 pm)

    Neanch'io ho mai cucinato il miglio, ma mi sa che mi sono persa qualcosa… carinissimi questi sformatini!! Anche i miei miciotti vanno matti per la panna e… il burro :))

  • comment-avatar
    Donaflor 27 febbraio 2012 (9:55 pm)

    ti ringrazio dela visita che ricambio molto volentieri! il tuo Zeke è uno spettacolo…mamma mia quanto è bello !
    e questo sformato è invitantissimo!

  • comment-avatar
    CatriC 27 febbraio 2012 (10:09 pm)

    Ma la consistenza del miglio è simile al riso? Sei sorprendente! Baci

  • comment-avatar
    due bionde in cucina 28 febbraio 2012 (6:45 am)

    che bello Zeke!!!!
    buonissimo anche questo sformato che proverò sicuramente.
    baci sabina

  • comment-avatar
    Mary Di Gioia 2 luglio 2013 (4:28 pm)

    spettacolare,poi il miglio è un cereale consentito a noi celiaci,usando farine senza glutine è perfetto….grazie…condivido subito nel mio gruppetto di cheffine celiache 😉

  • comment-avatar
    Francesca P. 2 luglio 2013 (5:21 pm)

    Sì, di sera il forno si può accendere… spalanchi la finestra e via… 😀
    Il miglio è un cereale che devo ancora conoscere bene, ma già dal nome mi è simpatico… mi fa pensare agli uccellini… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato