Salmone in salsa teriyaki con fagiolini

Questa ricetta è dedicata ad una persona speciale! No, non sto parlando dell’Assistente Lavapiatti, nè di uno dei miei pelosetti, ma di una ragazza davvero meravigliosa che purtroppo non ho il piacere di conoscere di persona ma solo virtualmente, Sabrina!
Sabrina è una creativa con la C maiuscola! Mi sono innamorata dei suoi lavori immediatamente e vi consiglio vivmente di dare uno sguardo al suo blog, non ve ne pentirete!!!
Tempo fa avevo pubblicato la ricetta del pollo in salsa teriyaki, ma avevo comprato una salsa già pronta che nulla aveva a che vedere con quella dei ristoranti. Così mi sono decisa a comprare il mirin (una sorta di aceto di sakè, si trova senza difficoltà nei negozi che vendono prodotti orientali) e a tentare di farla io. Non nego che c’è lo zampino del Sig. Bay … Un santo, una santo 😛

 

Ingredienti per 2 persone
2 tranci di salmone
100 ml di salsa di soia
50 ml di mirin
1 cucchiaino di zucchero
olio di semi di arachide
200 g di fagilini
riso (io basmati)
Miscelate la soia il mirin e lo zucchero

 

In una padella scaldate un filo di olio di arachidi  e rosolate a fiamma alta il salmone un paio di minuti per lato.

 

Scolate l’olio e versate la miscela preparata (soia, mirin, zucchero). Cuocete una quindicina di minuti. La salsa si addenserà. (n.b. non aggiungete assolutamente sale, la salsa di soia è già molto salata di per se).

 

Sbollentate i fagiloini per tre minuti in acqua bollente salata.

 

Scolateli e saltateli per cinque minuti con un cucchiaino di salsa di soia e uno di mirin!

 

 

P.S. Devo ASSOLUTAMENTE parlarvi dell’ultimo libro che ho letto! Suite Francese di Irène Némirovsky.
Devo ammettere (quasi con vergogna) che sino ad oggi non avevo letto nulla della Némirovsky . Un vero peccato perchè lei è una grande scrittrice (ma ho tutto il tempo per rimettermi in pari).
Suite francese è il suo ultimo romanzo. In realtà sono due romanzi “Temporale di giugno” e “Dolce”. La Némirovsky voleva scriverne cinque, ambientati durante l’occupazione nazista della Francia nel corso della seconda guerra mondiale, collegati tra lro grazie ad alle vicissitudini di alcuni personaggi. Purtroppo la Némirovsky non potè portare a termine il suo progetto perchè venne deportata ad Auschwitz (n.b. era ebrea) e lì morì di tifo.
Leggendo il libro avevo l’impressione fortissima di ritrovarvi qualcosa, qualcuno, ma non riuscivo ad individuare chi o cosa. Poi è stato proprio uno dei personaggi ad aprirmi gli occhi parlando di Balzac. Ecco chi o cosa mi ricordava. L’opera di Balzac, la Commedia Umana con le sue mille sfaccettature. Questo libro (o meglio i due romanzi che lo compongono) parlano sì della guerra, ma come scenario sul cui sfondo si muove l’umanità. Un’umanità che è identica a quella di cui parlava Balzac, perchè i sentimenti, le piccolezze, la passioni i timori di ognuno sono sempre gli stessi, in tempo di pace o in tempo di guerra, nell’ottocento o nel novecento. La Némirovsky scava nell’animo umano portando alla luce le sue piccole meschinità, le sue debolezze, con lucido distacco, senza giudicare, lasciando a noi il compito di inorridire o di rassegnarci alla verità del mondo.
Sono stata logorroica, lo so, ma il libro meritava davvero!

4 Replies to "Salmone in salsa teriyaki con fagiolini"

  • comment-avatar
    Licia 27 marzo 2012 (8:06 pm)

    Complimenti per il blog, abbiamo alcune cose in comune : amiamo i gatti e la cucina, meno i libri,però adoro quelli di cucina!!Mi sono unita ai tuoi membri,se ti va passa da me!

  • comment-avatar
    Artù 28 marzo 2012 (7:29 am)

    Mi piace questa vena esotica nella ricetta!
    Grazie anche per la recensione!!!

    Ps. In bocca al lupo per il contest

  • comment-avatar
    Ombretta 28 marzo 2012 (11:57 am)

    che forza questo salmone! mi incuriosisce il sapore:-) ottima la recensione! un bacio

  • comment-avatar
    Pasticciando con Rosy 19 aprile 2012 (9:16 am)

    ciao, potresti fornirmi il tuo indirizzo mail? vorrei omaggiare le partecipanti con una raccolta di ricette (quelle partecipanti al contest) questo è il mio indirizzo
    pasticciandoconrosy@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato