Sformatini di cavolfiore e porri

Che bei cavolfiori che si trovano in giro in questo periodo, vero?
Così ho deciso di provare a fare degli sformatini di cavolfiore e porri in monoporzione da poter proporre in queste ormai prossime vancanze!
Come leggerete io ho montato gli albumi a neve per rendere lo sformato più soffice. Ma se preferite una consistenza più compatta vi basterà aggiungere le uova intere! Le dosi ed il procedimento restano invariati.

 La Ricetta

sformato cavolfiore porri

Ingredienti per 4 sformati

300 g di cavolfiore
2 porri
100 ml di besciamella
3 uova
80 g di parmigiano
olio evo
burro (per gli stampi)
sale

Procedimento

Tagliate il cavolfiore in cimette e fatelo bollire per 10 minuti in acqua salata*.
Fate stufare il porro tagliato a rondelle a fuoco dolcissimo per 15 minuti (se si asciuga troppo aggiungete un po’ di acqua).

Nel frattempo preparate la besciamella (la ricetta qui) ma se non vi va usate quella già pronta (però vi assicuro che per farla ci vuole davvero poco).

 

Una volta cotti cavolfiore e porri frullateli con il miniprimer.

 

Aggiungete poi la besciamella ed il formaggio.

 

Poi incorporate i tuorli (o le uova intere se lo preferite).

Infine gli albumi montati a neve. Dovete mescolare con un movimento dall’altro verso il basso (in pratica come per l’impasto di una torta).

Imburrate gli stampini (queste dosi vanno bene anche per una teglia unica medio piccola) ed informate a 180° per 25 minuti. Potete coprire gli stampini con la carta stagnola che andrete a rimuovere 10 minuti prima della fine (in questo modo eviterete che si brucino il superfice).

* Un piccolo trucchetto di mia nonna contro la puzza di cavolfiore bollito è di aggiungere un batuffolo di cotone imbevuto di aceto nell’acqua. Funziona!!!!

 

Libri

Il Natale è alle porte e io vi consiglio l’ennesimo libro di Irene Nèmirovsky “I cani e i lupi”

 

Ormai lo avrete capito, la Némirovsky è diventata una delle mie autrici preferite!
Per comprendere la portata di questo libro va premesso che la Nèmirovsky era di origini ebree (è stata uccisa ad Auschwitz nel 1942).
Tenuto conto di ciò il tratto sorprendente del romanzo è il modo vivido e reale in cui l’autrice descrive le pulsioni e i gli intimi desideri del suo popolo. Il suo sgurado acuto e dissacrante è in grado di mettere il luce i tratti che, a suo dire, da secoli consentono ai suoi correligionari di non soccombere alle avversità ma di prosperare e sopravvivere in ogni circostanza.
L’autrice ci mostra come nonostante la voglia di conformarsi agli altri, gli ebrei ricchi o poveri che siano, sono accomunati da un modo di sentire la vita che trascende le esperienze personali di ciascuno di loro. La Nèmirovsky parla di ciò che conosce, ma considerazioni simili possono riguardare qualunque popolo, al dì là delle differenti caratteristiche.
Un libro profondo che fa molto riflettere.
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

30 Replies to "Sformatini di cavolfiore e porri"

  • comment-avatar
    manu 14 dicembre 2012 (3:50 pm)

    Questi sono tenerissimi!
    Un abbraccio e buona serata

  • comment-avatar
    Mammalorita 14 dicembre 2012 (3:50 pm)

    non vado matta per il cavolfiore ma cucinato così panso proprio che lo mangerei volentieri!!!un saluto e buon we…

  • comment-avatar
    Mammalorita 14 dicembre 2012 (3:52 pm)

    il tuo bimbo assomigli al mio nerino!!!!che dolci anche tutti gli altri gattini…

  • comment-avatar
    Sara Drilli 14 dicembre 2012 (4:11 pm)

    ehy tu PASSAMI una terrina! 😀

  • comment-avatar
    Cuoca tra le Nuvole 14 dicembre 2012 (4:16 pm)

    Che buoni, i piatti a base di verdure sono i miei preferiti, non vedo l'ora di provarli. E poi il trucco della nonna è fantastico!!!

  • comment-avatar
    Patapata 14 dicembre 2012 (4:25 pm)

    sfiziosissimi cara!! che fame 🙂

  • comment-avatar
    Ely 14 dicembre 2012 (5:04 pm)

    Grazie per le dritte su un altro interessantissimo libro.. e questi sformatini hanno l'aria di essere deliziosi. Che consistenza, amica mia. Ti abbraccio con affetto :*

  • comment-avatar
    m4ry 14 dicembre 2012 (5:32 pm)

    Dani, comincio subito con il dirti che mi piace molto il nuovo look del blog..e poi continuo dicendoti che questi sformatini mi piacciono tantissimo…e adoro quelle ciotoline..
    Bacio grande !

  • comment-avatar
    La casa sulla scogliera 14 dicembre 2012 (5:57 pm)

    Io adoro il cavolfiore ed anche tutta la mia famiglia lo gradisce moltissimo!
    La farò di certo!
    Baci
    Elli

  • comment-avatar
    celeste 14 dicembre 2012 (6:11 pm)

    Che buoni, io ho mangiato lo sformato di cavolfiore -che adoro- ma monoporzione sono sicuramente più carini da presentare. E quelle cocottine sono deliziose. Grazie per la dritta sul libro, non conoscevo l'autrice. Buona serata

  • comment-avatar
    Valentina 14 dicembre 2012 (6:11 pm)

    No, no, io non la voglio la consistenza più compatta! 😀 Avrei fatto esattamente come te e farò come te, un po' spumoso è perfetto! 😉 Tesorina, sei troppo brava, questi sformatini sono buonissimi! 🙂 Segno ricetta e titolo del libro! Io oggi mi sono persa tra i libri di cucina… 😀 Un abbraccio forte forte, buona serata e buon weekend! :*

  • comment-avatar
    Dana Ruby 14 dicembre 2012 (6:28 pm)

    Ma che bella idea questi sformatini, li trovo perfetti per la vigilia! Un bacio

  • comment-avatar
    veronica 14 dicembre 2012 (6:51 pm)

    Che buoni questi sformatini ti sono venuti benissimo.Grazie anche per il consiglio di lettura.Baci

  • comment-avatar
    Ely Mazzini 14 dicembre 2012 (7:05 pm)

    Ciao Dani, davvero deliziosi questi sformatini, una ricetta ben presentata!!!!
    Buon fine settimana :))

  • comment-avatar
    Claudia 14 dicembre 2012 (8:23 pm)

    mi piace! un buon modo per ricettare il cavolfiore, ultimamente mi ha un pò stufato eprchè o lo mangio così cotto al vapore e condito come contorno o finisce nella pasta ma questa è una bella idea per farlo rientrare nel carrello!!

  • comment-avatar
    meris 14 dicembre 2012 (9:11 pm)

    Gli sformatini di cavolfiore devono essere ottimi. Grazie anche per il libro che consigli. Ciao

  • comment-avatar
    lori 14 dicembre 2012 (9:27 pm)

    adoro il cavolfiore,adoro anche quelle belle
    ciottoline diciamo che tutto e bello

  • comment-avatar
    Paola 14 dicembre 2012 (10:05 pm)

    A me piacciono morbidosi, morbidosi (magari riduco un po' la quantità dei porri, che assieme a cipolle&Co non sono proprio i miei preferiti XD). Ma sai che in libreria ormai passo in rassegna tutti i titoli della Nemirovsky? Sto aspettando l'ispirazione giusta (eh sì, perché io per leggere un nuovo autore ho bisogno dell'ispirazione) prima di prendere qualche titolo 🙂

  • comment-avatar
    Lilasesazuis 15 dicembre 2012 (1:29 am)

    olá, Dani,

    Il suo blog era bellissima con il nuovo look.

    Questa ricetta sembra delizioso.

    Avere un grande fine settimana,

    baci,

    Lígia e turminha
    ✽. ¸ ¸. • * `❀ ✽. ¸ ¸. • ✽

  • comment-avatar
    Kappa in cucina 15 dicembre 2012 (8:10 am)

    Amica sono golosissime e in mono porzione geniale! Calde per scaldare lo stomaco! Grammy! Buon fine settimana bacioni

  • comment-avatar
    Arianna 15 dicembre 2012 (10:36 am)

    Mmmm che buoni!!!! Mi sembra di sentirne il profumino!!!!!

  • comment-avatar
    Tantocaruccia 15 dicembre 2012 (3:26 pm)

    Mi piace l'idea di uno sformatino spumoso Dani, brava:) e mi piacciono anche le foto.. Te l'ho detto vero che il blog è davvero carino? 🙂
    A presto:**

  • comment-avatar
    Radici di zenzero 15 dicembre 2012 (3:42 pm)

    Dani che deliziosi sono i tuoi sformatini…io adoro il cavolfiore e spesso lo faccio al gratin ma non ho mai aggiunto le uova, proverò la tua versione…mi intriga!!! Grazie per il consiglio del libro…sei fortissima!
    Un bacio e buon we cucciola
    P.

  • comment-avatar
    lalexa 15 dicembre 2012 (4:07 pm)

    Dani!! Ma che buone che devono essere!! Da provare sicuramente

  • comment-avatar
    sississima 15 dicembre 2012 (6:32 pm)

    assolutamente appetitosi, segno la ricetta così la provo, un abbraccio SILVIA

  • comment-avatar
    Fabiano Guatteri 15 dicembre 2012 (6:52 pm)

    Mi sono unito al tuo blog perché utilizzando spesso ingredienti relativamente poveri ottieni piatti molto invitanti. Questo sformatino è in perfetta sintonia con questa stagione.

  • comment-avatar
    Tina/Dulcis in fundo 15 dicembre 2012 (8:04 pm)

    oh mamma,con quelli primi piani mi hai fatto sallivare,ma che delizia sono?baci,,felice we:)

  • comment-avatar
    Artemisia1984 15 dicembre 2012 (11:59 pm)

    mhmmm mi ispirano parecchio! bravissima 🙂

  • comment-avatar
    Dolcemeringa Ombretta 16 dicembre 2012 (11:33 am)

    ciao cara, non ho mai fatto dei sformatini con il cavolfiore pero' secondo me e' un modo perfetto per dargli piu' sapore.) sono davvero molto invitanti e che belle le tue cocottine:)
    un bacione e buona domenica

  • comment-avatar
    Rock in cucina 26 dicembre 2012 (10:02 pm)

    In settimana mi piacerebbe proprio provare questa ricetta.
    Bravissima 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato