Tagliatelle con ragù bianco di vitello zafferano e mandorle

Sono tornata a spadellare e ho deciso di sperimentare queste tagliatelle con ragù bianco di vitello zafferano e mandorle.
Visti i miei problemi con il pomodoro sono sempre alla ricerca di sughi e sughetti che non prevedano questo ingrediente ma che siano tanto gustosi!
Devo dire che la nota di sapore data dallo zafferano è davvero particolare.

 La Ricetta

Ingredienti per 4 persone

400 g di tagliatelle
300 g di carne di vitello macinata
1 cipolla
1 cucchiaio di farina
1/2 bicchiere di vino bianco
1 bustina di zafferano
brodo di carne
parmigiano
mandorle
olio evo
burro
sale
pepe

Preparazione

Fate soffriggere la cipolla tritata in 2 cucchiai di olio e una noce di burro.
Unite la carne e fatela rosolare per bene. Salate e pepate.
Spolverizzate la carne con la farina, fatela amalgamare e poi sfumate con il vino bianco.
Aggiungete un mestolo di brodo caldo (per la ricetta del brodo vedi qui) in cui avrete fatto sciogliere lo zafferano. Cuocete per 1 ora aggiungendo del brodo ogni volta che la carne si asciuga troppo.
In padellino antiaderente fate tostare la mandorle senza aggiungere olio.
Una volta cotte le tagliatelle (per la ricetta delle tagliatelle guarda qui)
fatele saltare con il ragù, unendo un mestolo di acqua di cottura della pasta e un’abbondante manciata di parmigiano.

Servite cospargendo di mandorle tritate grossolanamente.

Libri

Oggi vi parlo di “Avevano spento anche la luna” di Ruta Sepetys.

 

Questo libro affronta un episodio storico, un GENOCIDIO, di cui si parla inspiegabilmente poco, i gulag staliniani. La protagonista quindicenne, la lituana Lina, nel giugno del 1941 viene catturata e deportata insieme a tutta la sua famiglia.
Questa è la storia della sua deportazione, ma anche la storia di tutti gli abitanti dei paesi baltici che in quegli anni vennero deportati e costretti ai lavori forzati in Siberia, in condizioni inumane e terribili. La forza di questo libro è tutta nella verità e nell’orrore che è in grado di raccontare. La Sepetys non indulge in racconti raccapriccianti, ma con mano delicata tratteggia i contorni di come la vita umana è stata calpestata.
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

47 Replies to "Tagliatelle con ragù bianco di vitello zafferano e mandorle"

  • comment-avatar
    SQUISITO 4 febbraio 2013 (8:39 am)

    mi piace la tua aggiunta di mandorle al ragu….ottimo e saporitissimi piatto
    bacio cara

  • comment-avatar
    Lory B. 4 febbraio 2013 (8:50 am)

    Ciao piacere di conoscerti!! Abbiamo le stesse passioni 🙂
    Proverò presto il tuo piatto, anche mio marito ha qualche problemino con il pomodoro.
    Un abbraccio e a presto!!

  • comment-avatar
    Ely 4 febbraio 2013 (8:51 am)

    Eccola qui, la mia Dani.. con i suoi consigli letterari stupendi (tengo ben presente!) e i suoi piattini da acquolina in bocca!! Grandiosa, l'aggiunta di zafferano e mandorle sono un tocco di classe. Sono fiera di te, amica mia. TVTTTTB! 😀

  • comment-avatar
    La casa sulla scogliera 4 febbraio 2013 (9:05 am)

    Eh, sì, troppo spesso raccontiamo solo una parte dell'orrore, peraltro legittima e terrificante, dimenticandoci le altre.
    Grazie per avercela ricordata. Cercherò il libro per il mio reader!
    Baci
    Elli

  • comment-avatar
    Valentina 4 febbraio 2013 (9:06 am)

    ciao che belle tagliatelle mi ispirano proprio
    mi piace anche la trama del libro
    credo che lo leggerò
    a presto

  • comment-avatar
    serena 4 febbraio 2013 (9:34 am)

    Felice di ritrovarti! Che bello questo piatto, dani, davvero raffinato e al contempo allegro.

  • comment-avatar
    Lui e Lei in cucina 4 febbraio 2013 (10:08 am)

    wow che figata questo piatto! la versione bianca con le mandorle deve essere proprio buona..complimenti anche per il tuo nuovo blog, passo oggi dopo tanto tempo e trovo tante belle novità! bravissima!
    ciao
    Valeria

  • comment-avatar
    Valentina 4 febbraio 2013 (10:09 am)

    Ciao tesorino 🙂 Sono felice che tu sia tornata a spadellare <3 Ma sai che io amo tantissimo il ragù bianco? Delizioso… e poi con l'aggiunta di mandorle e zafferano hai creato un piatto invitantissimo e raffinato, complimenti! 😀 Proverò, salvo la ricetta 😉 Un abbraccio grande grande e un bacino :* Tvb :*

  • comment-avatar
    Dolcemeringa Ombretta 4 febbraio 2013 (10:35 am)

    Ciao cara Dani spero che vada un po' meglio anche se immagino che tu senta molto la mancanza…
    Sei però brava perché continui a tenerci compagnia con le tue recensioni e con i tuoi piattini!!!!
    Il sugo lo trovo molto buono e mi piace un sacco le mandorle sopra:)
    Un grande abbraccio

  • comment-avatar
    Olga 4 febbraio 2013 (10:45 am)

    Wow che piatto stupendo!!! Bravissima!!!!

  • comment-avatar
    Renza 4 febbraio 2013 (10:54 am)

    Che piattino interessante!! Piace molto anche a me il ragù bianco e l'aggiunta del croccante delle mandorle lo rende speciale!! Buona settimana!

  • comment-avatar
    Anna Cascino 4 febbraio 2013 (10:56 am)

    complimenti è un piacere seguirti e leggere le tue ricette

  • comment-avatar
    m4ry 4 febbraio 2013 (11:18 am)

    Amo il ragù bianco…e questa interpretazione è divina ! Un bacio grande e buona giornata 🙂

  • comment-avatar
    Kappa in cucina 4 febbraio 2013 (11:31 am)

    Tesoro, amica ma che belle non sono? Inizio ad adorare i ragù bianchi e con lo zafferano mi piace….gnammy! ti auguro di sorridere…ti abbraccio

  • comment-avatar
    Babe - La Cucina di Babe 4 febbraio 2013 (12:29 pm)

    Questa ricetta è sublime!
    Bravissima anche per quanto riguarda l'impiattamento eh! 🙂
    Un bacino e tanti abbracci

  • comment-avatar
    Susy Bello 4 febbraio 2013 (12:48 pm)

    Ha un buonissimo aspetto…Complimenti alla cuoca!
    Un salutone Susy

  • comment-avatar
    stregaveravitadiunastregamoderna 4 febbraio 2013 (12:56 pm)

    Bello che tu sia "tornata", dal piatto sembra che tu stia meglio…lo spero tanto. Un bacino.

  • comment-avatar
    -eli- 4 febbraio 2013 (1:27 pm)

    ma che bontà….gnammete!io le mandorle le uso poco in cucina ma questa è un'ottima idea!brava!!!!!

  • comment-avatar
    Roberta 4 febbraio 2013 (1:30 pm)

    Bentornata in cucina Dani! Piatto vincente, adoro i ragù bianchi, amo lo zafferano che qui in Maremma produciamo anche, il tocco di mandorle lo trovo una vera chiccheria 🙂
    Baci cara, un abbraccio!

  • comment-avatar
    Fr@ 4 febbraio 2013 (1:44 pm)

    Mi piace il ragù classico, ma il ragù bianchi secondo me a volte hanno qualcosa in più, come in questo caso. Mi piace molto l'idea. Lo proverò.
    Un abbraccio.

  • comment-avatar
    Giovanni, Peccato di Gola 4 febbraio 2013 (1:59 pm)

    giocare con le spezie è un modo meraviglioso per ovviare a tante cose, brava 🙂 proprio invitanti! buona settimana cara :-*

  • comment-avatar
    Ivana 4 febbraio 2013 (2:21 pm)

    che bel piatto, brava. ciao

  • comment-avatar
    cadè 4 febbraio 2013 (3:15 pm)

    Che bel piattino invitante!
    Sono appena rientrata a casa e non ho neanche pranzato…..
    Un abbraccio

  • comment-avatar
    La Pietra di Pierino 4 febbraio 2013 (3:20 pm)

    leggere il titolo e guardare la foto fanno subito venir voglia di assaggiare!!!!
    complimenti…
    alla prossima ricetta!!!!

  • comment-avatar
    Tina/Dulcis in fundo 4 febbraio 2013 (3:57 pm)

    ciaooo Dani,ottima ricettina,l'aggiunta delle mandorle mi garba parecchio…grazie per la dritta sul libro,spero do trovarlo in giro…un abbraccio stretto stretto:)

  • comment-avatar
    sabry 4 febbraio 2013 (4:20 pm)

    Dani cara hai fatto un piattino coi fiocchi, la combinazione ragu suguso e mandorle croccanti è fantastica! Conoscevo quel libro e lo comprerò perchè parla della storia dei Paesi di mio figlio. Un abbraccio

  • comment-avatar
    Caterina 4 febbraio 2013 (5:50 pm)

    Dani questa ricetta è davvero interessante e le mandorle gli conferiscono quella croccantezza che in un piatto del genere non guasta…Complimenti…un grosso abbraccio

  • comment-avatar
    Paola 4 febbraio 2013 (6:00 pm)

    Tesoro, questo piattino è da leccarsi i baffi. Questo ragù bianco con lo zafferano è invitantissimo. Come lo è il libro. Proprio settimana scorsa, in occasione dello spettacolo per la Shoah, parlavamo di quanto poco si sia detto circa il genocidio staliniano. Questo libro capita a fagiuolo. Un baciuzzo :*

  • comment-avatar
    Tantocaruccia 4 febbraio 2013 (6:57 pm)

    Ehi Dany!Che belle le nocciole nel salato, è proprio bello questo piatto! Stai meglio vero?
    Per un periodo anche io ho avuto dei problemi col pomodoro.. poi ho iniziato a reintrodurlo pian pianino e ora va molto meglio:)
    a presto cara:**

  • comment-avatar
    lalexa 4 febbraio 2013 (8:37 pm)

    brava la stella!che piattino ci prepari!?ottimo con lo zafferano.che dritta.sei forte baby lo sai?ti stringo forte forte forte!:)

  • comment-avatar
    Claudia 4 febbraio 2013 (8:52 pm)

    mi piace, io non ho problemi con il pomodoro, ma questi piatti con ragù bianco, con qualche spezia o erbetta, con la frutta secca, li preferisco! sono troppo invitanti, si presentano benissimo!!! baci!

  • comment-avatar
    Tiziana M 4 febbraio 2013 (9:22 pm)

    tesoro!!! lo zafferano dona ai piatti un sapore magnifico e nonostante mi piaccia il sugo col pomodoro ti dirò che trovo che il sugo in bianco esalti il sapore della carne e tante volte risulti pure pià buono. poi le mandorle… mmmhhh adorabile!!! un forte abbraccione

  • comment-avatar
    Giovanna Bianco 4 febbraio 2013 (10:36 pm)

    Sono contenta che tu sia tornata a cucinare e complimenti per la splendida ricetta. Ciao

  • comment-avatar
    Artemisia1984 4 febbraio 2013 (11:01 pm)

    che bontà! 😉

    ps. se ti piace il salmone affumicato, è molto buono da usare nei primi con del formaggio fresco spalmabile (io magro) e della rucola, meno calorico della panna e ugualmente gustoso 🙂

  • comment-avatar
    La cucina di Esme 4 febbraio 2013 (11:04 pm)

    la faccio anche io tal quale l'ho trovata su un numero della cucina moderna e sono d'accordo con te è veramente molto buona!
    felice di rileggerti 🙂
    baci
    Alice

  • comment-avatar
    Leonardo Ciampa 5 febbraio 2013 (3:06 am)

    Dev'essere veramente delizioso. COMPLIMENTI. Mi domano quale vino bianco ne sarebbe il più adatto, sia per la ricetta sia per la tavola … Hmmm … (A proposito, io sempre uso lo stesso vino nel piatto e nel bicchiere. Così, non c'è mai questione di abbinare vino e cibo!)

  • comment-avatar
    Cucina Mon Amour 5 febbraio 2013 (7:35 am)

    Ciao Dani.
    Che bella ricetta. Sfiziosa!!! Complimenti.
    E' una ricetta da pranzo della domenica, sai che successone!!!!
    Un abbraccio.
    thais

  • comment-avatar
    Flora 5 febbraio 2013 (10:46 am)

    Direi che è molto appetitoso e anche originale con l'aggiunta delle mandorle!!! Mi piace…
    Buona giornata

  • comment-avatar
    elenuccia 5 febbraio 2013 (10:56 am)

    Queste tagliatelle hanno davvero un aspetto favoloso. Secondo me quel sugo si mangerebbe direttamente a cucchiaiate 🙂

  • comment-avatar
    Mammalorita 5 febbraio 2013 (11:48 am)

    amo molto i ragù bianchi e questo è ottimo complimenti!!un abbraccio…

  • comment-avatar
    ISABELLA 5 febbraio 2013 (1:09 pm)

    Belle e' buone brava un bacione ISA

  • comment-avatar
    Dana Ruby 5 febbraio 2013 (3:02 pm)

    Sono contenta di leggerti di nuovo serena e con la padella in mano, questo piatto e' una vera tentazione io adoro i primi e l'aggiunta delle mandorle e dello zafferano mi piace! Un abbraccio

  • comment-avatar
    sabina 5 febbraio 2013 (3:49 pm)

    Bello tornare a leggerti Daniela e bello assaporare con la mente i tuoi piatti sempre gustosi. E grazie per il libro che proponi. La storia è piena di vittime innocenti morte per l'insensatezza e la crudeltà degli uomini.
    Sto adottando sai? Mia suocera ha scelto Gisella….

  • comment-avatar
    Ennio 5 febbraio 2013 (4:55 pm)

    Buonissime!!! Molto belle anche le foto, complimenti! 😀

  • comment-avatar
    Giovanni, Peccato di Gola 6 febbraio 2013 (11:56 am)

    buona giornata :-***

  • comment-avatar
    Damiana 6 febbraio 2013 (3:27 pm)

    Ciao cara!
    Il tuo ragu' lo immagino molto saporito e l'assenza del pomodoro,non lo priva di certo di gusto….anzi,nonostante non abbia problemi col pomodoro,quasi lo preferisco!
    Un abbraccione teoro,a presto!

  • comment-avatar
    Ale 6 febbraio 2013 (4:36 pm)

    che bel blog Dani…ti seguo anch'io con piacere!se fai le mie cuorcakes, fammi sapere come ti sono venute!!! a presto spero…

Leave a reply

Your email address will not be published.