Focaccia con lievito madre alle cipolle

Oggi vi propongo la ricetta per preparare una sofficissima focaccia con lievito madre alle cipolle.
In occasione del raduno romano con le mie amiche foodblogger Sara mi ha fatto dono della pasta madre.
Dovete sapere che sino ad ora ho sempre nutrito un sacro TERRORE dei lievitati e la pasta madre rappresentava per me la somma di tutte le mie peggiori paure. Ma per Sara i lievitati sono una vera vocazione (lei che è in grado di alzarsi alle sei del mattino pur di avere una pizza morbida e deliziosa ad ora di pranzo) e alla fine mi ha contagiato.
Così in occasione del nostro primo incontro le ho chiesto in dono un pezzetto della sua amata pasta madre (va bene che ero decisa a lanciarmi, ma non fino al punto di farla nascere io…) che lei mi ha portato come un sacra reliquia 😉
Ovviamente con moooooooolta pazienza mi ha fornito tutte le spiegazione necessarie sia per il rinfresco sia per “l’impasto perfetto”. Non è mancata anche una consulenza telefonica in occasione della sperimentazione di questa focaccia che, per la sua sofficità, mi ha lasciato senza parole! Devo ammettere che trattare la paste madre e creare un impasto con essa è molto più complicato da spiegare che da fare (ovviamente nel caso in cui si abbiano delle valide indicazioni come quelle che mi ha dato Sara).
E’ quindi con grande orgoglio che pubblico la ricetta di questa focaccia (ovviamente ho seguito le indicazioni di Sara che trovate qui con piccolissime aggiunte suggerite da mia madre 🙂 ).

La Ricetta

Ingredienti teglia 30 x 30 cm

Ingredienti per l’impasto
250 g di farina di semola rimacinata
250 g di farina di manitoba
100 g di pasta madre
350 ml di acqua minerale
1 cucchiaino raso di zucchero
2 cucchiaini rasi di sale
2 cucchiai di olio evo
Ingredienti per la salamoia
50 ml di acqua
50 ml di olio evo
Ingredienti per la copertura
400 g di cipollotti
olio evo
sale

Procedimento

Il primo passo è il rinfresco della pasta madre che va fatto non più di 12 ore prima (io l’avevo rinfrescata appena tre ore prima di usarla, intendo che erano passate tre ore dalla 4 di riposo necessarie al rinfresco).
Sciogliete la paste madre in metà dell’acqua che deve essere minerale (è necessario che l’acqua sia priva di calcare, quindi se non avete acqua minerale usata l’acqua del rubinetto ma fatela bollire) e tiepida (non è sufficiente che sia a temperatura ambiente, perchè il calore è necessario alla lievitazione).
Dovete sciogliere la pasta madre completamente (se metà dell’acqua non fosse sufficiente aggiungetene ancora).
A questo punto cominciate ad impastare aggiungendo le farine e l’acqua rimanente e cui avrete aggiunto l’olio.
Solo alla fine aggiungete il cucchiaino di zucchero e poi il sale.
Formate una palla, copritela con un panno e mettetela a lievitare in un posto asciutto a temperatura costante (io l’ho messa nel forno spento) per 12 ore (o comunque fino a quando il volume dell’impasto non sarà raddoppiato). Più l’impasto lievita più la focaccia risulterà soffice!
Una volta lievitato stendete l’impasto con le manie e adagiatelo sulla teglia scelta per la cottura.
Con le dita fate i classici buchini che caratterizzano le focacce.
Poi versate sulla focaccia la salamoia (che nel mio caso non è propriamente una salamoia perchè manca il sale 😛 )
Mettete la focaccia a lievitare per un altra ora (durante la lievitazione l’impasto assorbirà l’acqua e l’olio). E’ sempre necessario un luogo asciutto ed a temperatura costante, quindi va di nuovo bene il forno spento.
Mentre l’impasto conclude la sua lievitazione mettete i cipollotti a stufare in un cucchiaio di olio a fiamma dolcissima. Salateli dopo circa 15 minuti.Io li ho lasciati sul fuoco per un’oretta (più cuociono più diventano saporiti). Se tendessero ad attaccarsi aggiungete un pò di acqua.
Una volte ultimata la seconda lievitazione cospargete la focaccia di sale, un pò di olio e poi le cipolle.
Infornate a 200° in forno ventilato per 20 minuti.
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

40 Replies to "Focaccia con lievito madre alle cipolle"

  • comment-avatar
    m4ry 3 maggio 2013 (9:18 am)

    Io confermo..è inutile..i lievitati con pasta madre, licoli o a lenta lievitazione, hanno tutto un altro aspetto e sapore..inoltre sono assolutamente più digeribili. Il fatto è che bisogna programmarsi per tempo per i rinfreschi e con i tempi di lievitazione che possono essere un po' più lunghi, anche se, man mano che la pasta madre acquista forza, la lievitazione avviene sempre più velocemente. Per esempio, il mio ultimo pane è lievitato in 3 ore..e non è affatto tanto, anzi ! Il lievito lo uso solo per le voglie improvvise..anche se non ti nascondo che vorrei provare ad usare il licoli evitando i rinfreschi..voglio vedere cosa succede..
    La tua focaccia è super ! Bacini e serena giornata !

  • comment-avatar
    Susy Bello 3 maggio 2013 (9:23 am)

    Sei stata bravissima!!!ïo non ho mai avuto il coraggio di iniziare questa avventura, mi hanno detto che è come un bambino da accudure se non vuoi che muoia, forse dovrei provare….
    Un salutone Susy

  • comment-avatar
    Claudia 3 maggio 2013 (9:23 am)

    bellissima!!!! immagini quanto sia buona, è anche la mia focaccia preferita…la prossima volta seguo anche io le indicazioni di Sara!!

  • comment-avatar
    Sara Drilli 3 maggio 2013 (9:25 am)

    MIO NIPOTE IVANO!!! :)))) Che bello Dani,mi fa davvero piacere tu abbia superato quella "paura"…ora lanciatiiiiiiiiii e proponi la tua pizza all'amico del Bangladesh!!! 😀 😀
    P.S.
    Saluta anche la mamma!!!!

  • comment-avatar
    Rika 3 maggio 2013 (9:55 am)

    Uhhhh!!!! Che fameeeeeeeee!!!!
    Buonissima!!!!

  • comment-avatar
    Chiara Setti 3 maggio 2013 (10:11 am)

    Confermo: i lievitati con pasta madre sono una grandissima soddisfazione!! E la tua focaccia mi sembra perfetta!! Brava Dani!! Bacio

  • comment-avatar
    Sabrina Fattorini 3 maggio 2013 (10:17 am)

    Bellissima!!! Si sente il profumo da qui!

  • comment-avatar
    Dolcemeringa Ombretta 3 maggio 2013 (10:40 am)

    Dani intanto bravissima !!! Io la prima volta che ho fatto un lievitato con LM e' stato un disastro!!! Poi l ho fatta morire … Son una disperazione :p
    Invece questa focaccia e' bella soffice e poi anche io li ho assaggiati fatti con LM e sono più buoni e digeribili:)
    Un bacione

  • comment-avatar
    Roberta 3 maggio 2013 (11:05 am)

    Dunque anche tu hai fatto il grande passo Dani!!! Ammazza, che roba bella 'sta focaccia! Io, come dici te, ho il terrore, non ci capisco nulla e non saprei da dove cominciare, però devo dire che i risultati mi affascinano sempre tantissimo!
    Ti abbraccio, è stato bello conoscerti finalmente!!! 🙂

  • comment-avatar
    Paola 3 maggio 2013 (11:25 am)

    Quando ho letto lievito madre ho detto: "Noooooooooo lo ha fatto". Non lo avrai avviato, ma per essere il primo esperimento ti è riuscito alla grande. Io il mio lo devo rifare, perché ha deciso di suicidarsi, per cui appena sarà pronto ti tempesterò di domande 😀

  • comment-avatar
    LisaG 3 maggio 2013 (11:27 am)

    Anch'io ho il sacro santo terrore della pasta madre, mi sembra un'altro mondo . Però guardando i tuoi risultati, un po' di invidia mi viene . . . La focaccia è strepitosa Dani. Chissà, magari troverò anch'io un'anima pia che me ne regala un po' e mi insegna a usarla. Bravissima. Tanti baci

  • comment-avatar
    Ely Mazzini 3 maggio 2013 (11:38 am)

    Ciao Dani, che brava!!! Io non ho ancora trovato il coraggio di cominciare l'avventura "pasta madre" ho paura di fare dei gran pasticci!!!
    Complimenti la focaccia è favolosa, si vede che è sofficissima!!!
    Bacioni, buon fine settimana…

  • comment-avatar
    Chiara c. 3 maggio 2013 (11:41 am)

    bravissimaaaa!!!!
    una focaccia splendida e con il lievito madre! che a me ancora mette un pò di ansia viste le cure che richiede ma pensando ai risultati che regala, dovrei iniziare prima o poi, ed infatti proprio oggi ho postato un pane preparato con lievito secco :/, chissà che sapore con il lievito madre?
    tanti tanti complimenti!!

  • comment-avatar
    sississima 3 maggio 2013 (11:51 am)

    adoro le focacce, buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa, un abbraccio SILVIA

  • comment-avatar
    Luisa Piva 3 maggio 2013 (12:00 pm)

    È una creatura da nutrire curare.. Ci vuole tempo e dedizione.. Ogni tanto fa arrabbiare xchè non da i risultati che vorremmo, ma quando è al 100% della sua potenza regala lievitati di una bontà irraggiungibile !!!
    Ottima qst focaccia.. Sfiziosa! Brava

  • comment-avatar
    Fr@ 3 maggio 2013 (1:32 pm)

    Ho un'attrazione per il lievito madre, ma anche un terrore.
    L'aspetto è meraviglioso, immagino il sapore. Adoro la focaccia di cipolle.

  • comment-avatar
    Kappa in cucina 3 maggio 2013 (1:39 pm)

    Bravissima amica!!!! sei riuscita….ma è favolosissima!!! gnammy gnammy!!! mi complimento con te! bacio

  • comment-avatar
    Any 3 maggio 2013 (1:46 pm)

    Ti sei lanciata anche tu vedo! Io ancora non ho il coraggio, mi sembra una oca troppo complicata.

  • comment-avatar
    Patty Patty 3 maggio 2013 (1:58 pm)

    Benvenuta…. vedrai ora che soddisfazioni!!!! Un bascione!!

  • comment-avatar
    Manuela e Silvia 3 maggio 2013 (1:59 pm)

    Molto buona questa focaccia! è riuscita molto bene, complimenti davvero!
    bacioni

  • comment-avatar
    Gioia 3 maggio 2013 (3:20 pm)

    Adoroooo, sarà buonissima. Devo provare pure io prima o poi con il lievito madre!!!

  • comment-avatar
    Ale 3 maggio 2013 (4:17 pm)

    favolosa la tua foccaccia, complimenti!

  • comment-avatar
    serena 3 maggio 2013 (5:20 pm)

    Ecco, io quel complesso, o sacro terrore come lo definisci tu, non l'ho ancora superato!!! 😉 Eppure proverò prima o poi .. un abbraccio dani e buon w-end!

  • comment-avatar
    Loredana 3 maggio 2013 (6:12 pm)

    Uno spettacolo!!
    Benvenuta nel club delle invasate del lievito madre 😉

  • comment-avatar
    pane&marmellata 3 maggio 2013 (7:19 pm)

    adoooooroooo la focaccia con le cipolle e la tua sembra davvero soffice!!!

  • comment-avatar
    Giovanna Bianco 3 maggio 2013 (9:57 pm)

    Che pensiero carino ha avuto Sara. Ora dovrai trattarla tu con la cura necessaria. Intanto ne hai fatto una buonissima focaccia. Bravissima.

  • comment-avatar
    Ilenia Meoni 3 maggio 2013 (10:04 pm)

    Che spettacolo la tua focaccia!!! con le cipolle poi io la adoro!!! Bravissima

  • comment-avatar
    Cristiana Beufalamode 3 maggio 2013 (10:43 pm)

    Mi hai ricordato che devo andare a rinfrescare la mia per domani…non sapevo andasse sciolta completamente. proverò! Notte cri

  • comment-avatar
    Francesco Maula 3 maggio 2013 (10:51 pm)

    Ciao! Mentre ti scrivo la mia gatta salta sul tablet come se dovesse prendere un topo, spero non cancelli tutto! É una pazza! Salta e punta le zampe davanti su un punto fisso con tutto il peso del suo corpicino 🙂 la tua focaccia deve essere fantastica, forse in qursti giorni metterò anche io in cantiere un bel lievito madre, almeno per Natale riuscirò forse a fare qualche panettone! Ciao! 🙂

  • comment-avatar
    Patty Patty 4 maggio 2013 (7:36 am)

    Dani, perdonami, volevo fare la tua focaccia… non hai messo la quantità di pm da usare… è vero o sono ciecata io? Ti bascio forte forte!

    • comment-avatar
      daniela 4 maggio 2013 (12:12 pm)

      Hai ragione! ahahahahaha che rincoglionita che sono, mi capita spesso di dimenticare gli ingredienti per strada… 😛
      Ci vogliono 200 g di pasta madre (grazie Patty, di queste cose me ne accorgo solo quando qualcuno me lo dice!)

  • comment-avatar
    elly 4 maggio 2013 (1:02 pm)

    Dani non posso che essere d'accordo con te. Le mie lievitine Mimì e Cocò hanno poco più di un anno e nonostante non possa utilizzarle causa sta maledetta dieta… non dimentico mai di curarle, darle da mangliare e bere… E sospirare con loro che mi hanno regalato tanti pani fantastici, tante pizze meravigliose e focacce… e tanto di tutto. Adesso riposano… Però adesso io mi devo assolutamente segnare la ricetta della tua di focaccia, perché adoro rubacchiare le vostre ricette e farle diventare mie… Ti farò sapere… bacione!!!

  • comment-avatar
    celeste 4 maggio 2013 (3:06 pm)

    Un'altra cosa positiva del grande incontro di Roma e la solita polla -che son io- non c'era 🙁 vabbè, me ne farò una ragione. Dico che anche io ho il terrore dei lievitati, dico sempre che non so fare la pizza e & co. ma non è vero, in realtà ci ho provato una sola volta anni fa, credo sia giunta l'ora di riprovare. Certo, per la pasta madre siamo ancora lontani anni luce 🙂
    Buona domenica

  • comment-avatar
    Tantocaruccia 4 maggio 2013 (7:00 pm)

    Anche tu il lievito madre! Manco proprio solo io.. ma per come sono fatta penso lo ucciderei in tempi record, quindi forse, meglio di no. Devo constatare però che si fanno proprio delle cose buone:) che bella la focaccia e io amo la cipolla! (Da mangiare con parsimonia, si intende)
    :** a presto!

  • comment-avatar
    Lilasesazuis 4 maggio 2013 (8:44 pm)

    Querida Dani!!!
    Sua receita me pareceu saborosa.
    Bom fim de semana.
    Beijinhos.
    Lígia =^^=

  • comment-avatar
    conunpocodizucchero Elena 5 maggio 2013 (6:56 am)

    che belli uesti regali, non è vero? gurda cosa ti permettono di fare…che meraviglia! un lievitato perfetto!

  • comment-avatar
    Andrea 5 maggio 2013 (4:03 pm)

    Mi convinco sempre di più che lieviti e lievitati non fanno per me: troppe cure, troppe coccole… Chissà se un giorno cambierò idea? Un bacio

  • comment-avatar
    Semplicemente Lalla 5 maggio 2013 (5:40 pm)

    Quando mi deciderò finalmente anche io a fare il grande passo verso la pasta madre ti chiedo mille spiegazioni.
    Conoscendomi non manca ancora molto, sono troppo incuriosita e poi questa focaccia mi affascina…la cipolla ;.)
    Buon inizio di settimana !

  • comment-avatar
    Francesca P. 5 maggio 2013 (6:36 pm)

    La pasta madre e la lievitazione mi mettono ancora timore, ma più leggo ricette (e vedo i risultati!), più mi incuriosisco… passo dopo passo, vedrai che non resisterò a lungo e proverò… e so a chi bussare se servono consigli! 🙂

  • comment-avatar
    Cristina D. 5 maggio 2013 (11:24 pm)

    Cara Dani…son contenta per te che hai scoperto la pasta madre ! Pensa che io la uso da sette anni e chi me l'ha data e' stato un pasticcere ad un corso sui lievitati. Lui a sua volta l'ha ricevuta dal bisnonno…50 anni fa. Io la tratto come hai scritto tu, come se fosse una reliquia ! Vedrai che soddisfazioni ti darà. Baci

Leave a reply

Your email address will not be published.