Cheesecake al cioccolato e riso soffiato

Oggi vi propongo un dolce icredibilmente goloso: la cheesecake al cioccolato e riso soffiato.
Prima di parlarvi della ricetta oggi dedico un po’ di attenzione ad una fastidiosa malattia che si sta diffondendo sul web: la malattia del furto di ricette!
E parto da un piccolo aneddoto che risale a due giorni fa. Mi aggiravo tra le pagine facebook dedicate alla cucina alla ricerca di qualche idea per fare un dolcino, quando mi sono imbattuta nella torta che ho pubblicato oggi. La foto mi rimandava ad un blog dove, a chiusura della ricetta, ho trovato la dicitura “immagini e testi presi dal web”. A questo punto con l’idea di base in testa mi sono messa alla ricerca di qualche altro spunto sul web e mi sono imbattuta nella stessa foto di dimensioni più grandi e con il logo del blog Cornetto e Cappuccino. Mi sono così resa conto che la titolare del primo blog era affetta dalla malattia di cui vi parlavo e nella sua forma più acuta! Infatti la poverella non solo ha rubato la foto (da cui aveva coscenziosamente rimosso il logo del blog originale) ma non ha avuto nemmeno la forza di scrivere il testo con le sue parole e si è trovata costretta a ricorrere al copia e incolla!
Purtroppo questa cosa si verifica sempre più spesso, la malattia è contagiosissima e si diffonde a macchia d’olio. E’ una malattia davvero infida e molto molto pericolosa! Il povero  ladro di ricette soffre di manie di protagonismo che gli impediscono di vivere una vita normale! Il poverino trova solo nelle visualizzazioni di pagine del suo blog/pagina facebook la massima realizzazione della propria vita, ed allo stesso tempo è svuotato di ogni energia e non riesce quindi a produrre nulla di proprio e si trova costretto a rubacchiare foto e testi in giro per il web. Si tratta di soggetti profondamente insicuri, che non avendo fiducia nelle proprie capacità vogliono vivere di luce riflessa! Aiutatemi a diffondere la conoscenza di questa grave malattia in grado di distruggere la vita di individuo! Se ne parla troppo poco, ma noi ABBIAMO IL DOVERE DI AIUTARE i malati di furto di ricette 😛
Io per ora mi sono salvata e ho ancora la forza di cucinare, quindi la ricetta ho preferito sperimentarla io… La sua versione originale la trovate qui. Io ho apportato alcune piccole modifiche 🙂

La Ricetta




Ingredienti teglia 20 cm

 
Ingredienti per la base
100 g di riso soffiato
100 g di cioccolato al latte
Per prima cosa preparate la teglia (vi serve quella a cerniera). Foderate il fondo con la carta forno e poi ritagliate delle strisce di carta forno che spennellerete con il burro e farete poi aderire ai bordi della teglia.
Fate sciogliere il cioccolato a fuoco dolcissimo e poi unite il riso soffiato.
Versate il composto sul fondo della teglia e livellatelo aiutandovi con un cucchiaio. Fatelo raffreddare e poi ponetelo in frigo a riposare per 30 minuti.
Ingredienti per l’impasto
200 g di formaggio cremoso (tipo philadelphia)
100 ml di panna acida
500 ml di panna da montare (non zuccherata)
80 g di zucchero a velo
8 g di fogli di gelatina +
2 cucchiai di panna
Amalgamate insieme il formaggio con la panna acida (se non trovate la panna acida sostituitela con della robiola).
Unite lo zucchero ed amalgamate per bene il composto aiutandovi con le fruste elettriche.
Scaldate leggermente i due cucchiai di panna e scioglietevi i fogli di gelatina che avrete fatto ammorbidire in acqua fredda per 10 minuti.
Unite la panna con la gelatina al composto.
Montate la panna (ricordate il trucco di mettere il contenitore in cui la monterete e la panna stessa nel congelatore per 10 minuti).
Amalgamate delicatamente la panna al composto di formaggio con movimenti delicati dall’altro verso il basso.
Versate il composto nella teglia e mettetela a riposare in frigo per un paio di ora.
Ingredienti per la ganache al cioccolato
150 g di cioccolato fondente
150 ml di panna fresca
50 g di burro
2 cucchiai di miele
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria con la panna e il miele. Una volta sciolto completamente unite il burro.
Levate dal fuoco e fate intiepidire.

Versate la ganache sulla torta e una volta raffreddate ponetela in frigo per minimo otto ore prima di servirla.

 

Libri

L’ultimo libro che ho letto è un piccolo capolavoro. Si tratta di “Stoner” di John Williams.

 

La trama, limitata al racconto della vita di William Stoner, è apparentemente banale. Stoner infatti è un uomo semplice, figlio di contadini, che per puro caso arriva fino agli studi universitari e scopre in se un amore illimitato per la letteratura e per lo studio. Così una volta terminato il percorso universitario non abbandona l’ateneo, ma vi insegna per tutta la vita. Vita che per lui non è assolutamente felice. Il primo passo falso è un matrimonio sbagliato con una donna emotivamente instabile che farà ben presto morire in lui ogni sentimento d’amore e che costituirà sempre una fonte di infelicità e tormento. Anche in ambito accademico l’odio suscitato in un collega renderà il suo percorso complesso e sofferente.
Si resta sbalorditi dall’arrendevolezza con cui quest’uomo affronta le avversità, alla rassegnazione con cui vede spegnersi ogni ambizione o desiderio. E si prova pietà per lui, ma anche rabbia per la sua incapacità di far fronte alle avversità e ci si ferma a riflettere sul senso della vita, sul significato delle proprie azioni e sulla necessità di trovare uno scopo o quantomeno di cercare a tutti i costi di essere felici.
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

34 Replies to "Cheesecake al cioccolato e riso soffiato"

  • comment-avatar
    Ale 9 luglio 2013 (8:10 am)

    mamma mia, bellissima questa cheesecake…mi sa che quasi quasi la faccio pure io…ovviamente citerò la fonte, ciao cara e complimenti!

  • comment-avatar
    Tristana 9 luglio 2013 (8:19 am)

    Che goduria deve'essere!!! E poi é veramente estiva, quasi una torta gelato…da provare

  • comment-avatar
    Cranberry 9 luglio 2013 (8:19 am)

    Ho visto questa delizia che mi ha ricordato subito la mia ricetta e son venuta a vedere.
    Grazie per la citazione!:)
    ma non tanto perchè voglio la citazione, ma solo eprchè hai riprovato davvero a fare la ricetta e questa è la TUA ricetta….non come fanno in molti che copiano, incollano e rubano di tutto!
    Ho ricevute tante critiche dai followers della "ladra" perchè richiedevo di togliere la foto!
    le ricette non hanno copyright..ma vedere la fotod el mio dolce senza il mio logo, mi dava enormemnete fastidio!:)

    bellissima la tua versione e complimenti ancora, sarà stata buonissima!:)

  • comment-avatar
    Roberta 9 luglio 2013 (8:47 am)

    Vedi, se io ce li avessi tra le mani questi "malati", sfodererei l'artiglio leonino e porrei fine alle loro sofferenze. A me non è mai capitato ma mi fa una rabbia, ma una rabbia!!!!!
    Stessa rabbia mi farebbe il protagonista del libro, non sopporto la passività….uhmmmm, si vede che c'ho le paturnie oggi??? Un po' si mi sa! 🙂
    Invece mi piace un sacco il dolce, e mi piaci un sacco tu mia bella panzerotta!!!
    Baci!

  • comment-avatar
    manu 9 luglio 2013 (8:51 am)

    Com'è bella!
    Un abbraccio e buon agiornata

  • comment-avatar
    SQUISITO 9 luglio 2013 (9:02 am)

    anche io qualche tempo fa ho fatto una cosa del genere…e ti garantisco che se la sono divorata!
    bacio

  • comment-avatar
    Mila 9 luglio 2013 (9:04 am)

    A me per fortuna non è mai capitato, lo leggo spesso, ma credo sarebbe più giusto citare anche 'i malati' per evitare di sostenerli….La tua versione è mooolto goduriosa!!!

  • comment-avatar
    Valentina 9 luglio 2013 (9:27 am)

    Ciao cara, capita spesso anche a me di cercare spunti sul web ma ovviamente cito blog, autore e linko la ricetta originale.
    i blog sono fatti per scambiarsi piatti anche, ma non per rubarli a chi si impergna e li cucina!
    Buonissima cheese cake, complimenti!
    Vale

  • comment-avatar
    Paola 9 luglio 2013 (9:38 am)

    A me è capitato una volta che una ragazza mi copiasse la ricetta e la foto di alcuni biscotti, dicendo di averli preparati per degli amici (che poi, dico io, non è che faccia chissà quali foto magnifiche che senti l'esigenza o la soggezione o peggio ti creino frustrazione del non essere capace a farne di meglio e ben pensi di fare copia/incolla). E ne ho sentite tante altre di queste cose capitate. Ma dico io, che sfizio ci trovi? Uno ha il blog per sperimentare e condividere, mica per fare il collage di cose prese a caso qua e là?
    Per esempio questa cheesecake la rifarei volentieri, magari facendo come CranBerry, senza la panna acida, che come sai qui è introvabile.
    In questo periodo sto leggendo Innamoramenti di Javier Marias. Luuuungo, lungo lungo.. Non gna faccio più! E non voglio nemmeno abbandonarlo, che odio lasciare i libri a metà, ma davvero è pesante.

  • comment-avatar
    m4ry 9 luglio 2013 (10:21 am)

    Tesoro…questi blog di ladri vanno segnalati..così, ognuno di noi, può andare a verificare e magari trovare qualcosa che gli appartiene..e poi, magari, far partire qualche denuncia..è una cosa VILE e SCHIFOSISSIMA !
    La tua torta, invece…è meravigliosa..da provare, anche perché, adoro il riso soffiato 🙂
    Bacini & Bacetti <3

  • comment-avatar
    Fashion Riddles 9 luglio 2013 (12:00 pm)

    Ciao Dani, anche a me è capitato varie volte di trovare ricette uguali ma proprio uguali che qualche dubbio…
    La tua torta è una meraviglia!
    V

  • comment-avatar
    Valentina 9 luglio 2013 (12:28 pm)

    che rabbia questi furti!!! la tua idea e' golosissima!!!

  • comment-avatar
    La Pietra di Pierino 9 luglio 2013 (1:06 pm)

    purtroppo capita anche nel campo fotografico… il mio stesso insegnante mi ha detto che ormai non serve più nemmeno scrivere il nome… d'altronde il 90 per cento delle persone usano il web per rubare… mi spiace che capiti nel mondo del blog che dovrebbe essere una grande famiglia 🙁
    complimenti per la ricetta e la recensione

  • comment-avatar
    Fr@ 9 luglio 2013 (2:12 pm)

    La ricetta è molto golosa capisco il suo "successso". Sulle foto è ricette rubate ci sono molti casi.

    P.S. Interessante il libro.

  • comment-avatar
    clara 9 luglio 2013 (2:23 pm)

    Ciao Dani, non sai quanto mi fanno inc……e queste cose! Sempre la solita storia, uff che noia! E' successo anche a me e, per fortuna, qualche anima pia mi ha avvertito, ma che rrrrabbia!
    Per fortuna che poi ci sono persone che, come te, sanno anche rendere giustizia alla malcapitata! Brava, sei stata ironica ed hai saputo ben interpretare la sua torta!
    Spero solo di non sentire ancora storie del genere! E' davvero una brutta malattia!
    Baci!

  • comment-avatar
    Susy Bello 9 luglio 2013 (2:40 pm)

    Sono d'accordo con te che sono persone sicuramente malate, ma nessuno le obbliga ad avere un blog o altro. Io mi arrabbio anche quando fanno una mia ricetta e non mi citano, mi è successo, figuriamoci se mi rubano anche le foto! Li faccio guarire subito!!!!
    Complimenti per il tuo cheesecake che TU hai realizzato!
    Susy

  • comment-avatar
    FuoriPasto 9 luglio 2013 (3:17 pm)

    Complimenti per la cheesecake!!! Davvero originale!!! 😀

  • comment-avatar
    Enrica - Vado...in CUCINA 9 luglio 2013 (4:16 pm)

    quello che tu dici è vero hai fatto un quadro perfetto dei ladri web.
    La ricetta è molto golosa e la proverò visto che ho del riso soffiato da utilizzare a presto

  • comment-avatar
    Kappa in cucina 9 luglio 2013 (4:29 pm)

    E' una malattia tremenda e bruttissima ma la gente è senza personalità…. che rabbia… tesoro mio ma cheesecake favolosa hai fatto???supergnammy!!mi piace tantissimo!! BUONA SERATA mia Amica!!! ti Lovvo…

  • comment-avatar
    Semplicemente Lalla 9 luglio 2013 (4:38 pm)

    La torta meritava di certo una ricerca più approfondita in rete…semplicemente bellissima e direi che, se anche gli occhi vogliono la loro parte, anche buonissima.
    Certo è deprimente vedere la disinvoltura con cui la gente frega in giro per il web …..ne abbiamo detto a lungo ;-).
    La prima volta che ti vedo ti devo dire una cosa 😉 a tal proposito.
    Baci

  • comment-avatar
    Ileana Pavone 9 luglio 2013 (6:14 pm)

    Già, quella malata mi ha infastidito davvero tanto.
    Per fortuna che ci sono persone come te Dani ^_^
    E' fantastica 🙂

  • comment-avatar
    Emma Mon 9 luglio 2013 (6:26 pm)

    Ogni malattia ha un rimedio, almeno si spera. Ma come fai a preparare tutte queste bontà?!! Io da quando sono come te 😉 ho quasi paura a mettermi a preparare dolci, perche so' che me li mangerei tutti e poi sulla bilancia non andrebbe bene. Mi dici il tuo segreto? 🙂 Il tuo cheesecake e molto invitante, complimenti. Baci.

  • comment-avatar
    Valentina 9 luglio 2013 (8:18 pm)

    Detesto i ladri di ricette e di foto, che persone TRISTI!!! Hai fatto bene a segnalare, benissimo… è nostro dovere… non devono avere via libera! Questa cheesecake è goduria allo stato puro, chissà che bontà!!! Complimenti e un abbraccio forte forte :** <3

  • comment-avatar
    Tantocaruccia 9 luglio 2013 (9:29 pm)

    Mamma che nervoso questi ladri di testi e foto! E che squallore..
    L'idea della cheese con la base di riso soffiato invece mi piace molto, hai fatto bene a prendere spunto da questo blog:) La metto tra le ricette da fare.. l'elenco si allunga e il tempo è sempre meno:(
    Un bacione Dani:*

  • comment-avatar
    conunpocodizucchero Elena 10 luglio 2013 (4:43 am)

    mio papà è dottore: dicic he la può aoiutare??? 😀 ma guarda che ci sono persone che io proprio non capisco! e chissà quante ce ne sonoe quante nostre foto/ricette girano in giro sena che noi lo sappiamo!
    beh, noi siamo dalla parte giusta e questo per ora ci consola! 🙂 diciamo così!
    ps: va beh però se mi fai ste ricette così meravigliose ci credo che te le rubano!!! 😀 bacissimi!!!!

  • comment-avatar
    Licia 10 luglio 2013 (6:21 am)

    Buongiorno cara,in quel blog sono purtroppo capitata anch'io. Oltre ad aver preso la mia ricetta e la foto, l'ha postata comodamente sul suo blog. Dopo vari litigi avvenuti tramite post,lei insisteva dicendo che non faceva nulla di male visto che citava !Ricetta presa dal web" ho dovuto minacciarla di porgere denuncia,solo allora ho avuto sulla ricetta il nome del mio blog.Senza volerlo,visto che la tengo d'occhio,proprio stamattina prima di passare da te ho fatto un giro,beh cara il lupo perde il pelo ma non il vizio,però almeno è lontana dalle mie ricette. Però mi chiedo ,visto che la sua pagina fb è molto visitata e sul suo blog le sue amiche le davano ragione,possibile che non si capisca che è giusto prendere una ricetta,ma perchè non citare la fonte? In conclusione per le sue fan ero io in torto perché invidiosa del suo successo,mah la gente è strana! Buona giornata…

  • comment-avatar
    valentina danielli 10 luglio 2013 (7:43 am)

    Dani che spettacolo questa torta.. io son una gran amante del riso soffiato poi 🙂
    che tristezza ma come si fa a manipolare le foto degli altri ed ad usarle?! dobbiamo combattere tutte insieme 😉

  • comment-avatar
    Rika 10 luglio 2013 (10:55 am)

    Bellissima!!!! Non ho mai pensato di usare il riso soffiato come base!!!
    Ti imito subito!!! ^^

  • comment-avatar
    Tiziana M 10 luglio 2013 (8:20 pm)

    grande Dani!!! questa gente non capisco cosa trovi di soddisfacente nel copiare ricette.. il bello della cucina è proprio la soddisfazione di fare con le tue mani qualcosa di buono!! va beh.. ora parliamo della cheesecake.. il mio dolce preferito e con la base di riso soffiato penso sia davvero una favola!!! buona notte carissima un bacetto!!!

  • comment-avatar
    Cristina D. 11 luglio 2013 (12:04 pm)

    Dani…sai che ti dico…che mi fan così pena che manco mi preoccupo. Io non metto nemmeno la firma nelle ricette per cui sono anche più esposta al rischio. Invitante la tua cheese cake. C'è un contest sull'argomento, secondo me dovresti partecipare con questa torta !

  • comment-avatar
    SimoCuriosa 11 luglio 2013 (1:41 pm)

    anch'io sono una di quelle ladre, che chiede il permesso, e comunque come te metto in opera una ricetta non copio foto e passaggi! anche perchè.. se no ..dov'è il divertimento?
    ahahah
    complimenti, questa cheesecake l'avevo vista su cappuccino e cornetto e mi ispirava tantissimo, ora vederla qui..mmm bonaaaa
    buona giornata!

  • comment-avatar
    Tina/Dulcis in fundo 12 luglio 2013 (5:24 pm)

    il problema è che lei nega….dico io,se una sbaglia ammettilo e chiedi scusa,invece lei continua a far finta di niente,mahhhh……
    questa cheese cake è a dir poco goloso,è un capolavoro:)))

  • comment-avatar
    celeste 13 luglio 2013 (4:52 pm)

    E' successo anche a me, che tristezza!! Pure le parole uguali uguali aveva preso, la fedifraga, ma l'ho sbugiardata pubblicamente, misera soddisfazione ma insomma…. Cara Dani come avrai notato mi son presa una vacanza… dal computer, dal blog. Non avevo gran voglia ma non sono sparita, eccomi qua, dal mio silenzio, per farti un salutone. Come stai mammina? Ah, ma lo sai che dei bellissimi fiori spuntano dalla costosa bottiglietta di quel cavolo di bar? Almeno a qualcosa è servita!!
    😀
    Ho appena divorato un libro, Piangi pure, di Livia Ravera. In questo mio momento era l'ideale. Ti abbraccio forte forte

  • comment-avatar
    Chiarapassion 1 agosto 2013 (7:52 am)

    Questa cheesecake deve essere proprio buona buona, la salvo subito tra i preferiti.
    Vedo che anche tu sei campana come me e vivi a Roma,piacere di conoscerti Enrica.

Leave a reply

Your email address will not be published.