Suite francese

Suite francese è considerato il capolavoro di Irène Némirovsky.

Non posso non concordare sebbene io consideri tutti i suoi romanzi dei veri capolavori.

Suite francese: la trama

Nella prima parte del romanzo seguiamo una pletora di personaggi in procinto di abbandonare Parigi nel giugno del 1940 a seguito del primo bombardamento della città.

Seguiamo la triste peregrinazione di questi personaggi che, ognuno a modo proprio, affronta un esperienza che mai avrebbero immaginato di vivere.

Nella seconda parte invece seguiamo la trsite storia d’amore della giovane Lucille con un ufficiale tedesco, Bruno von Falk, sempre ai tempi dell’occupazione.

La recensione

Suite francese è l’ ultimo romanzo scritto da Irène Némirovsky.

In realtà sono due romanzi “Temporale di giugno” e “Dolce”.

Il progetto della Némirovsky era di scriverne cinque, ambientati durante l’occupazione nazista della Francia nel corso della seconda guerra mondiale, collegati tra lro grazie ad alle vicissitudini di alcuni personaggi. In pratica raccontare quello che accadeva mentre accadeva poichè, appunto, la scrittrice si mise all’opera proprio durante l’occupazione.

Purtroppo la Némirovsky non potè portare a termine il suo progetto perchè venne deportata ad Auschwitz (n.b. era ebrea) e lì morì di tifo.

Leggendo il libro avevo l’impressione fortissima di ritrovarvi qualcosa, qualcuno, ma non riuscivo ad individuare chi o cosa.

Poi è stato proprio uno dei personaggi ad aprirmi gli occhi parlando di Balzac. Ecco chi o cosa mi ricordava. L’opera di Balzac, la Commedia Umana con le sue mille sfaccettature.

Questo libro (o meglio i due romanzi che lo compongono) parlano sì della guerra, ma come scenario sul cui sfondo si muove l’umanità. Un’umanità che è identica a quella di cui parlava Balzac, perchè i sentimenti, le piccolezze, la passioni i timori di ognuno sono sempre gli stessi, in tempo di pace o in tempo di guerra, nell’ottocento o nel novecento.

La Némirovsky scava nell’animo umano portando alla luce le sue piccole meschinità, le sue debolezze, con lucido distacco, senza giudicare, lasciando a noi il compito di inorridire o di rassegnarci alla verità del mondo.

Come vi dicevo all’inizio impossibile non definire questo libro un vero capolavoro.

Altra grande autrice che non dovreste lasciarvi sfuggire è Rebecca West che ha scritto una trilogia bellissima.

  • SUITE FRANCESE
  • pp. 415 – prezzo € 20,00
  • Adelphi

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.