fbpx

Tutto quello che volevi

Tutto quello che volevi è il romanzo di esordio della giornalista Helen Monks Takhar.

Nel mio approccio a questo romanzo remavano a suo sfavore una serie di fattori.

Prima di tutto il mio  personale pregiudizio verso i giornalisti che poi scrivono romanzi (e che spesso e volentieri hanno difficoltà ad abbandonare il taglio giornalistico del proprio lavoro). E poi la mia atavica avversione nei confronti dei thriller (pochi hanno suscitato il mio interesse come ad esempio Vox o Il party o il geniale Le sette morti di Evelyn Hardcastle).

Ma questo romanzo ha spazzato via ogni mia remora.

Tutto quello che volevi : la trama

Katherine Ross ha quarantun anni e da venti dirige la rivista Leadership.

Dopo aver attraversato un periodo di depressione cerca di rimettersi in carreggiata mentre il suo giornale cambia proprietà e ci sono novità all’orizzonte.

tutto quello che volevi

Tra questa la nuova stagista Lily, che lei incontra in maniera apparentemente casuale il primo giorno di insediamento della nuova dirigenza.

Lily è giovane, carina e brillante e suscita un enorme forza di attrattiva su chiunque le si avvicini. E Katherine ne resta affascinata anche se comincia ad esserne da subito impercettibilmente gelosa.

Poco alla volta si rende conto che il comportamento di Lily è ambiguo e sembra che le sue azioni siano deliberatamente indirizzate ad ostacolarla.

La recensione

Come vi dicevo ho cominciato a leggere questo libro con tanti pregiudizi.

Mi sono detta “Gli dò una chance ma se non mi convince lo mollo”.

Ed invece è riuscito a catturarmi sin da subito.

Sebbene i thriller non mi entusiasmino, qui la storia è innegabilmente incalzante ed avvincente. Non ci sono tempi morti. Tutto si svolge alla giusta velocità, in uno sviluppo dei fatti molto realistico.

L’autrice ci conduce con estrema bravura a scoprire le intenzioni delle due protagoniste poco alla volta, fornendoci i dettagli indispensabili a farci uno nostra idea di chi sono e di cosa le muove.

Vi sorprenderete alla fine del libro a riflettere sul fatto che nel corso della lettura avrete più volte cambiato la vostra visione di Katherine e Lily e che davvero sino all’ultima pagina lo loro vera immagine non vi sarà chiara.

Mi aggancio qui per dirvi che il finale è non solo inaspettato ma anche mutevole a seconda dell’angolazione in cui lo guardate. Non mi dilungo su questo punto per non fornirvi dettagli, ma posso garantirvi che da smaliziata lettrice è difficile sorprendermi e invece la Takhar ci è riuscita.

La caratterizzazione psicologia dei personaggi è notevole se rapportata al genere a cui il romanzo appartiene. Così come lo sono gli spunti di riflessione che emergono rispetto alla generazione dei millennial ed allo scontro generazionale con chi è nato anche solo un decennio prima.

Insomma avrete capito che si tratta di un libro sta consigliato.

  • TUTTO QUELLO CHE VOLEVI
  • pagine 350 – prezzo 18,00 €
  • Editrice Nord

No Replies to "Tutto quello che volevi"

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

    Instagram