|  |  | 

Insalata di polpo con crema di patate e clorofilla al prezzemolo

Oggi vi propongo la rivisitazione di una ricetta classica: insalata di polpo su crema di patate con clorofilla al prezzemolo.

insalata polpo patate prezzemolo

Il nome sembra altisonante ma la ricetta è davvero molto semplice.

Del resto si tratta solo di dare una consistenza diversa ad un abbinamento di sapori dal risultato garantito. Un modo inusuale per servire la solita insalata e stupire i commensali.

Anche la cottura del polpo con qualche piccolo accorgimento non vi creerà problemi e seguendo le mie indicazioni il risultato finale sarà molto tenero.

Prima di tutto seguendo le mie foto passo passo riuscirete a far arricciare i tentacoli in modo tale da ottenere un risultato che sia anche esteticamente soddisfacente.

Per quanto riguarda la tenerezza delle carni del polpo il trucco è solo uno: farlo raffreddare nell’acqua in cui lo avete cotto. Non scherzo! Con questo piccolo e semplice espediente non avrete più problemi ed otterrete sempre un ottimo risultato!

Se invece volete buttarvi su un’insalata con le patate classica vi consiglio l’insalata di patate e salmone affumicato che viene accompagnata da una salsina allo yogurt e senape che la rende molto golosa!

Ricetta Insalata di polpo

insalata di polpo patate prezzemolo

Ingredienti

Ingredienti per 4 persone

Per il polpo

1 polpo da 1 kg 

1 costa di sedano

1 cipolla

1 foglia di alloro

Per la crema

400 g di patate

brodo vegetale (sedano,carota,cipolla)

Ingredienti per la clorofilla

500 g di prezzemolo

Come si prepara l’insalata di polpo


1. Mettete in acqua fredda sedano carota cipolla ed alloro e portate a bollore.


2. Quando l’acqua bolle immergete solo i tentacoli del polpo in acqua.


3. Sollevateli velocemente.


4. Ripetete l’operazione sino a quando i tentacoli non si saranno completamente arricciati.

bollire polpo

5. Cuocete il polpo per 40 minuti. Tenete conto che il tempo di cottura varia a seconda del peso del polpo. Dovete sempre calcolare 40′ al kg!

6. Una volta cotto lasciate freddare il polpo nella sua acqua di cottura. E’ questo il segreto per ottenere delle carni tenere.

7. Una volta freddo tagliatelo a pezzi e conditelo con un’emulsione di olio e sale.

8. Preparate la crema. Bollite le patate in acqua salata. Una volta cotte pelatele e frullatele unendo un mestolo di brodo vegetale. Aggiustate di sale.

9. Preparate la clorofilla. Usate solo le foglie di prezzemolo e non i gambi. Mettetele in acqua ghiacciata e poi passatele in acqua bollente salata (che non dovrà mai perdere il bollore).

10. Non appena il prezzemolo assumerà una consistenza cedevole (controllate con le dita) scolatelo e tuffatelo nuovamente in acqua ghiacciata. Infine frullate il tutto aggiungendo pochissima acqua ed un cubetto di ghiaccio.

clorofilla al prezzemolo


Impiattate l’insalata di polpo mettendo uno strato di crema di patate sul fondo del piatto, adagiate sopra il polpo condito ed ultimate con gocce di clorofilla.

insalata di polpo patate prezzemolo

insalata di polpo patate prezzemolo

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2011-2015© Daniela Vietri – All Rights Reserved

Articoli simili

5 Commenti

  1. Ormai si vede la mano della maestra! Ne hai fatta di strada, i tuoi piatti sono bellisimi e come sempre ottimi!
    Prima o poi riesco a passare a trovarti a lavoro e il piccolo grande Ric come sta?
    Scusa se passo di rado ma è un periodo incasinatissimo
    bacioni
    Alice

  2. Ho fatto il piatto ed è venuto abbastanza bene. Non proprio uguale all’originale ma molto buono. Unico appunto che posso fare è sul dosaggio del prezzemolo. È impossibile che siano 500 grammi. Io ne ho usati 150 grammi e mi è avanzata tantissima clorofilla. Penso che la misura giusta fosse 50 grammi

    1. Ciao Elisabetta. Per una questione di estetica ho impiattato usando pochissima clorofilla, ma visto che rende il piatto più saporito nel gustarlo nel aggiungo molta di più. Diciamo che ho indicato la dose per magiralo con gusto più che per impiattarlo. Grazie mille per il feedback

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.