|  |  | 

Tartellette con mousse di salmone

La ricetta di oggi è uno sfizioso antipasto o un comodo finger food: tartellette con mousse di salmone.

Annunciazione annunciazione: ho acceso il forno! Però ammetto di aver  approfittato del cielo nuvoloso e di una temperatura mite…
Ho preparato queste tartellete come antipastino/stuzzichino pre cena. Vanno bene anche in inverno, ma di sicuro la loro freschezza si sposa alla perfezione con l’estate 🙂

 Ricetta Tartellette con mousse di salmone

Ingredienti per 12 tartellette

pasta brisè
200 g di robiola
100 g di salmone affumicato
1 cucchiaio e 1/2 di cognac
succo 1/4 di limone
panna fresca q.b.

Salmone affumicato per decorare

Come si preparano le tartellette con mousse di salmone

Preparate la pasta brisè  (ma potete tranquillamente comprare un rotolo di quella già pronta). Dopo averla fatta riposare stendetela con un mattarello a tagliatela in 12 quadrati.

Sistemate i quadrati di pasta brisè nelle formine e con una rotella tagliate la pasta in eccesso.
Bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta.
Coprite con dei legumi secchi (per evitare che in cottura la pasta si gonfi troppo) ed infornate a 180° per 20 minuti.
Sfornate e fate raffreddare le tartellette completamente.
Frullate insieme la robiola e il salmone aggiungendo a filo la panna necessaria a rendere il composto cremoso ma non liquido (saranno sufficienti sui 30 ml).
Unite anche il cognac e il succo si limone.
Frullate sino ad ottenere una crema compatta e poi mettete a riposare la mousse per 30 minuti in frigo.
Aiutandovi con una sac à poche riempite le tartellette ormai fredde. Decorate con striscioline di salmone.
Conservate in frigo sino al momento in cui le servirete.

Libri

Il libro di oggi è “La Signora Craddock” di Somerset Maugham
 
Come ho avuto modo di dirvi altre volte (qui) Maugham è uno dei miei autori preferiti. Nonostante l’ambientazione dei suoi romanzi risalga all’inizio del 900′ ci troviamo sempre di fronte a personaggi attualissimi che l’autore racconta con disincanto e malizia mettendone a nudo le piccole meschinità come pochi sanno fare.

In questo romanzo Maugham analizza la storia di un matrimonio mal riuscito e questo non per la mancanza di amore reciproco, ma per incompatibilità di carattere. L’autore ci fa vivere la rovinosa discesa dalla coppia verso l’infelicità attraverso gli occhi della moglie, persona profonda ed istruita (a differenza del marito) che assiste con rassegnazione alla lenta distruzione dei sentimenti che l’avevano inizialmente spinta al matrimonio.

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2011-2014© Daniela Vietri – All Rights Reserved

Articoli simili

33 Commenti

  1. Anche qui aria più fresca… e oggi accendo il forno, poco ma lo accendo… 😀
    Amo le ricette che propongono idee carine (ed eleganti per seratine speciali) per stuzzichini e aperitivi estivi, quando si ha voglia di avere davanti tanti piatti diversi e fantasiosi! Il salmone a forma di spirale è tocco di classe in più… 🙂

  2. wow.. che chic mia cra!! quanto mi piacciono.. così delicate, anche nei colori..
    perfette per aperitivo ed un buon calice di prosecco gelato!
    ps.. anche noi ci vediamo sabato 😉

  3. Ciao Dani 🙂 Io ho acceso il forno anche con l'afa della scorsa settimana… sono folle, lo so… ma è più forte di me! 😀 Queste tartellette sono molto invitanti, devono essere gustosissime… proverò 😉 Complimenti e un bacino, mi dispiace immensamente non venire a Firenze…

  4. Ahahahaha ! Io non l'ho mai spento…e non ho capito per quale misterioso motivo, più fa caldo, e più mi vien voglia di accenderlo ! Ricettina bella e buona ! Brava la mia Dani 😉
    Baciotti !

  5. Io accendo il forno tutto l'anno, non riesco a cucinare senza….
    Carinissime queste tartellette e poi mi piace molto il salmone.
    Grazie per i cosigli letterari!
    A presto Susy

  6. Mi piace mi piace mi piace questa tartelletta, e mi piace anche Maugham a dire il vero, anche se dopo un suo romanzo mi ci vuole sempre una botta di vita per ritirarmi su 🙂
    Un abbraccio tartelletta bella!

  7. Ciao Dani, io uso il forno anche in piena estate con 40°, quindi non ho problemi a rifare queste gustosissime tartellette alla mousse di salmone, mi piacciono parecchio, bravissima!!!
    Bacioni…

  8. carissima!!! ma lo sai che quasi sicuramente ci vediamo sabato!! ne sono proprio felice! porti una tartelletta?? ottimo stuzzichino, queste mousse si mangiano che è un piacere d'estate poi. ti mando tanti baci

  9. Riesci a coinvolgermi nelle tue letture,incontrano tanto i miei gusti,soprattutto quando parlano e raccontano della forza e della sensibilità tipica delle donne!Grazie di nuovo,per questa bella lettura;cercherò di non perderla!E non perderò di sicuro neanche l'assaggio di queste tartellette,raffinate,gustose e leggere..ottime da presentare per un antipasto,aperitivo!Ciao stellina,grazie per tutto!

  10. Che belle le tartellette. Io ancora non ho riacceso il forno. Sarà che la speranza è l'ultima a morire, ma non voglio cedere alla tentazione.. Se vabbè, ci credi? Io poco. Mi segno queste tartellette che mi sconfinferano tanto 🙂
    E prendo appunti pure per il libro. Mi attirano molto questo genere di romanzi. Ora sto leggendo L'amante di Lady Chatterley. Me ne sto innamorando a ogni pagina 🙂

  11. Conosco il gusto di queste tartelette, il salmone affumicato è una di quelle cose che mangio solo ogni tanto ma che mi piace assai!
    Un bacione grande Dani e a presto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.