| 

Ciambella uva fragola e yogurt

Oggi vi propongo un dolce molto soffice e genuino: ciambella con uva fragola e yogurt.

L’uva fragola mi fa pensare alla mia infanzia ed a mio nonno che ne andava matto e che la mangiava sempre. Il suo profumo mi risveglia sempre dolcissime sensazioni e devo ammettere che spesso preferisco annusarla anziché mangiarla 🙂
Qui a Roma la trovo di rado, infatti quella che ho usato per la ciambella me la sono portata dalla Campania.
Ovviamente la ricetta non richiede necessariamente l’uva fragola, in sua mancanza usate il tipo di uva che preferite, purché sia scura!

La Ricetta

Ingredienti teglia 26 cm

250 g di farina 00
100 g di fecola di patate
220 g di uva fragola
190 g di yogurt bianco
180 g di zucchero
3 uova
1 bustina di lievito
50 ml di olio evo

Procedimento

Prima di tutto con le fruste elettriche montate le uova con lo zucchero. Lavoratele per almeno 10 minuti sino a quando non otterrete un composto chiaro e spumoso.

Aggiungete lo yogurt e l’olio e amalgamateli con una spatola con movimenti dall’alto verso il basso.

 

 

Aggiungete la farina, la fecola ed il lievito setacciati.

Infine unite gli acini d’uva infarinati (in maniera tale da impedire che si depositino tutti sul fondo dell’impasto in cottura).

 

Versate il composto in una teglia imburrata ed infornate a 170° per 40 minuti.

 

Una volta cotta fate raffreddare la ciambella su una gratella per dolci.

 

 

Servite spolverandola di zucchero a velo.

P.S. All’inizio di agosto il mio Assistente ha comprato una dipladenia sanderi per il nostro terrazzo.
Devo ammettere che ero a dir poco scettica nei riguardi delle possibilità di sopravvivenza della pianta… sicuramente bellissima la vedevo troppo delicata per l’esposizione del terrazzo.
Ed invece l’Assistente con il suo innato pollice verde è riuscito a farle fiorire in tutto il suo splendore!

 

 


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved



Articoli simili

28 Commenti

  1. bellissima e ottima questa cimbella, ma sai che l'ho vista l'altro giorno al mercato? però hai ragione qui è rara. Ma quella pianta è bellissima anche a casa mia io niente pollice verde …tutto il marito , fosse per me ci sarebbe la strage, però riesco a far vivere le orchidee!
    bacioni
    Alice

  2. Buonissima l'uva fragola!!! Morbidissima questa torta deve essere!
    Bellissima anche la pianta! Non ho il pollice verde, magari no, ma riesco a tenere in ordine tutto sommato il terrazzo.
    Baci e buona settimana!

  3. Ciao Dani, bella e sicuramente buonissima, lo yogurt regala ai dolci una consistenza soffice soffice…mi piace!!!
    Complimenti all'assistente per essere riuscito a far crescere così bene questa bellissima pianta!!!
    Bacioni, buona serata…

  4. Ciao Dani 🙂 E' stupenda e deve essere di un buono pazzescoooo 😛 Bravissima, amica mia, ti abbraccio! La pianta è stupenda, io ho il pollice nero… e le piante non sopravvivono a causa della salsedine, il vento viene dritto dal mare.. (vabbè sono scuse, sono io che sono negataaaaaaa 😀 ) Un bacione! :**

  5. Non avevo idea a Roma si trovasse difficilmente l'uva fragola. Anche io l'adoro, da sola o nei dolci. Gli da un profumo speciale 🙂 Fantastica pure la pianta. Ieri, dopo aver sterminato quest'estate tutte le mie piantine aromatiche, ho deciso di riprovarci e ho ricomprato il timo.. Ci riuscirò prima o poi a farne durare qualcuna 🙂

  6. Anche mio nonno mangiava uva fragola e mio padre ne va matto, nel loro paese l'uva fragola la trovi ovunque quasi selvatica e mi ricorda tanto i periodi trascorsi li. E' vero è difficile da trovare ma se la trova la prova anche io in un bel ciambellone!

  7. Buonissima la tua ciambella, dolcissimi i tuoi ricordi legati al nonno, un posto che parla di cose buone, profumi e ricordi, bellissimo!
    Ciao Dani 🙂

  8. Buonissima la ciambella. Che bella la pianta! Nella mia famiglia sono tutti dotati di pollice verde tranne me, non so perchè non ho ricevuto questo dono… sono anche riuscita a far morire una piantina grassa per la troppa acqua, poverina!

  9. Buono il dolce e bellissimi i fiori, complimenti a te e all'assistente! L'uva fragola l'ho trovata sulla pergola nel giardino di C & C: ce n'erano giusto un paio di grappoletti e uno ce lo siamo mangiato subito. Ciao

  10. Per me l'uva fragola è sublime!!!Il suo profumo inebriante per non parlare del sapore.
    Qui da me (in Umbria) fino a poco tempo fa si trovava nei supermercati e l'ho usata per fare la confettura.Ma anche questo dolce lo vedo molto invitante!!

  11. Ma che ciambellona fantastica deve essere soffice e profumatissima, ne vorrei una fettona per merenda. Il tuo assistente e' un giardiniere nato!!! Baci cara.

  12. Anche per me è un frutto che ricorda i nonni! I miei nonostante non la curino ce l'hanno ancora! E' una specie molto resistente proprio per la sua buccia spessa:D
    Penso dovrei provare a metterla in un dolce come hai fatto tu.. Sai Dani, pensavo oggi che mi farebbe tanto piacere rivederti… Ma mi rendo conto che forse non sarà presto, me ne farò una ragione!
    A presto!.. smuack:*

  13. Mmmm… delizia.. Anche io collego l'uva nera ai nonni.. all'infanzia.. e a quelle fantastiche foccaccie zuccherose.. Bella idea quella di metterla in una torta!

  14. Ciao!!!
    Bhe la ciambella è bellissima e l'uva fragola mi ricorda la vecchia casa dove avevamo una pergola piena piena di uva…pensare che a me nemmeno piaceva molto, l'avessi adesso farei della confettura e pure questa ciambella!!
    Ti mando un abbraccione! Roby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.