| 

Vellutata di piselli con speck croccante

Oggi vi propongo una vellutata di piselli con speck croccante.
Creme e cremine sono la mia passione! Nemmeno il minestrone riesco a mangiare nella sua forma originaria, lo trasformo subito in un delizioso passato di verdura!
Questa volta ho provato a legare la vellutata non solo con la panna ma anche con l’uovo. Risultato più che soddisfacente devo dire 😉
Inoltre lo speck tempera il sapore dolciastro dei piselli, quindi posso dire che l’esperimento è riuscito con successo!
Questa ricetta può essere preparata tranquillamente tutto l’anno (anche se invoglia di più in inverno).
I piselli infatti sono uno di quegli ingredienti che anche nella sua versione surgelata mantengono inalterato il loro sapore.
Diciamocelo anche comprando prodotti buoni non tutte le verdure sono “accettabili” surgelate. Prodotti quali i carciofi, ad esempio, non riescono mai ad arrivare sulla tavola con un sapore convincente.
Ma con i piselli non ci sono problemi!

Ricetta Vellutata di piselli

vellutata di piselli

Ingredienti per 2 persone

300 g di piselli
1 papata
1 cipolla
80 ml di panna fresca
1 uovo
1 fetta di speck alta 3/4 cm
olio evo
sale

Procedimento

 Rosolate la cipolla tritata un paio di minuti in 2 cucchiai di olio. Poi unite la patata tagliata a cubetti e fate insaporire un altro paio di minuti.
Aggiungete i piselli (se usate quelli congelati potrete unirli direttamente dopo averli sciacquati per eliminare il ghiaccio in eccesso). Fateli insaporire (se sono congelati fateli scongelare completamente)
Ricoprite con il brodo vegetale (per la ricetta vedi qui) e fate cuocere fino al completo assorbimento del brodo (ci vorranno una ventina di minuti).
Frullate tutto.
Amalgamate l’uovo alla panna con una forchetta.
Versate il composto nella vellutata e lasciate cuocere un altra decina di minuti.
Tagliate lo speck a listarelle e mettetelo a cuocere in un padellino antiaderente (senza olio) fino a quando risulterà croccante.
Servite la vellutata di piselli cosparsa con lo speck.

Libri

Il libro di oggi è “Persecuzione” di Alessandro Piperno.

Piperno è stato da molti paragonato a Phip Roth e devo ammettere che in questo libro i due autori sono effettivamente comparabili.
Una scrittura fluida, scorrevole, piacevolissima da leggere. Piperno ha abbandonato i virtusismi superflui che avevano caratterizzato il suo precendente “Con le peggiori intenzioni” ed è giunto ad una prosa asciutta ma intensa, che mi ha portato a leggere il libro in un soffio per il puro piacere procuratomi dalle sue parole.
In questo e, solo in questo, Piperno e Roth sono paragonabili.
Per quanto magistrale con le parole, Piperno è purtroppo deludente per i contenuti. La storia alla fine non convince e non coinvolge. Però, a mio modesto avviso, vale comunque la pena leggere questo libro, perchè la bella scrittura in alcuni casi procura un piacere immenso a prescindere!

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

Articoli simili

33 Commenti

  1. la tua presentazione del libro mi ha rievocato il dibattito su forma e contenuto nella psicologia dell'arte e su cosa fa dell'arte arte, perchè la tecnica e la forma possono in sè dare bellezza e significato, ma senza l'emozione e il contenuto da comunicare rimanere un involucro vuoto…ti dico, io il libro non so se lo leggerei!
    Che bella la vellutata, io non rifiuto il minestrone con i pezzettoni, ma le vellutate sono speciali..poi con tutte quello speck!!!

  2. Ciao amica…anche io ho un problema con i "liquidi" che tendo a far "legare" :)))))) dovrò andare dallo psicologo!! :))) Il titolo del libro prometteva altro,sembrava…in effetti.. :v Buona giornata caraaa

  3. Buooooooooooooone le vellutate 😀 Abbiamo lo stesso problema con i liquidi. Pure io lego tutto, tutto. A pensarci bene il minestrone no. Non mi piacciono gli intrugli di verdure liquide O.o (sono ad uno stadio avanzato di malattia mentale)
    Sarò ignorante, ma non conosco nessuno dei due autori O.O Devo dirti che però il titolo di questo mi attrae, ma il fatto che sia privo di contenuti interessanti mi perplime un po'.. Mi leggerò la trama. Di Phip Roth che consigli?

    1. Roth ha scritto uno dei miei libri preferiti "La macchia umana" da cui hanno tratto anche un film (ma sincermante non l'ho visto). Secondo me quel libro è un piccolo capolavoro!

  4. Anche io amo le creme e le cremine, e questa oltre ad avere uno splendido colore..mi piace molto per l'aggiunta degli altri ingredienti !
    Bacio e buona giornata !

  5. Grazie dei consigli letterari, tenera Dani! E chebuona questa dolcissima vellutata, lo speck croccante ci sta un incanto! 😀 Grazie della ricettina e buona festa!! 🙂

  6. Oggi piove e fa tanto freddo, questa vellutata sarebbe perfetta! Sai che P. Roth e' uno dei miei autori preferiti?… (forse potrei dire IL preferito)!…..di Piperno non ho ancora letto nulla, mi incuriosisce questo paragone con Roth in merito a questo suo libro…..
    Baci

  7. Dani che ricetta fantastica!
    Anche io frullo tutto mi piace di più e la tua ricetta è fantastica quasi quasi te la ricopio per cena stasera.

    Baci
    Taty

  8. Buonissima. Anche io spesso trasformo e passo tutto. Mi dà l'impressione che sia più buona, più confortevole. Ho provato anche io a mettere lo speck, qualche volta e decisamente un tocco da gourmet!!! Bacione!

  9. Ciao Dani 🙂 Ma lo sai che anche io trasformo tutto in crema? Anche i legumi (vabbè quelli anche per altre ragioni: vedi colite O_O)! La crema è coccolosa e avvolgente, nun c stà nient' a fà 😉 😀 La tua vellutata è deliziosa, deve essere squisita, con quello speck stuzzicante, mi piace! Bravissima, un abbraccio e buon fine settimana! 🙂

  10. Allora sei la "cuoca dal mixer facile",ti ci vedo con l'aggeggio ancora fumante!E' vero, a volte è davvero impossibile resistere dal"vellutare"qualsiasi cosa e ti confesso che col minestrone lo faccio anch'io!ma anche in questa ricettina,il mixer ci sta davvero bene .)!Un bacio!

  11. sai che invece io l'unica cosa che non amo passta è il minestrone!! per il resto le creme mi piacciono tutte e in inverno pure tanto.. di piselli non l'ho mai fatta, sempra ottima!!!! un grosso bacio tesoro

  12. Dani questa vellutata è deliziosa e lo speck croccante ci sta benissimo…è un piatto unico davvero stuzzicante!Sai anche io adoro le vellutate, ho iniziato a cucinarle per le bimbe e poi me ne sono innamorata!
    Un bacione cucciolotta e buona settimana

  13. Ricetta meravigliosa. Il matrimonio fra i piselli e il maiale affumicato è una di quelle combinazioni perfette. Qua in America il bacon e la spalla affumicata sono comuni. Complimenti! PS sei di Salerno città o di un paese? Amo i paesi salernitani. (Ho amici di Nocera Inferiore, Santa Maria di Castellabate, San Valentino Torio, Corbara, ecc. ecc.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.