|  |  | 

Frittata di maccheroni

Lo sapete, questa non è stata una Pasqua felicissima, ma la vita continua nel bene e nel male. Per cercare un pò di pace interiore mi sono rifugiata in una tradizione della mia infanzia, la frittata di maccheroni (o di maccheroni che dir si voglia). Si tratta di una tradizione campana, il tipico piatto di pasquetta e delle gite fuori porta, che a ma piace tantissimo e mette tanta allegria!

Questa è la versione della ricetta che piace a me, ma potete arricchirla come più vi aggrada aggiungendo pezzettoni di provola, salame, prosciutto e chi più ne ha più ne metta.

Quando io e l’Assistente ci siamo conosciuti, lui mi ha portata a fare una scampagnata in montagna. Io ho subito preparato la frittata di pasta per l’evento. Una volta arrivati abbiamo camminato per una mezz’oretta, poi io ho apparecchiato e mi sono messa a mangiare… Purtroppo le idee dell’Assistente sulla lunghezza della passeggiata erano “leggermente” diverse, così tutt’ora mi rinfaccia la mia pigrizia e la mia fame … 😉

Ricetta Frittata di maccheroni

frittata di maccheroni 

Ingredienti per 6 persone

750 g di pasta lunga (bucatini, spaghetti, vermicelli, mafaldine)
5 uova
30 ml di panna
80 g di parmigiano
olio evo
sale
pepe

Come preparare la frittata di maccheroni

Preparate i vari formati di pasta. Non c’è una regola, si segue il proprio gusto personale. Io non posso proprio fare a meno delle mafaldine (o reginelle) che durante la cottura diventano croccantissime e buonissime!
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
Nel frattempo sbattete le uova, unite la panna e il parmigiano, salate e pepate.

Scolate la pasta e versatela in recipiente molto capiente. Aggiungete le uova e mescolate bene (è importante che pasta e uova si amalgamino molto bene).Fate scaldare un filo d’olio in una padella antiaderente, versate la pasta condita con l’uovo e cuocetela come una frittata!!!!

 Per rimanere in tema dei piatti della mia tradizione vi rimando anche alla pasta e patate.
P.S. A discapito del nostro dolore la vita va avanti. E così mentre io piangevo la natura seguiva il suo corso e la camelia che l’Assistente ha curato con tanto amore quest’anno è finalmente fiorita davanti ai miei occhi.

 

 

Articoli simili

12 Commenti

  1. Anche a me la frittata di pasta ricorda l'infanzia…e la mia mamma che la preparava soprattutto con la pasta fatta apposta di troppo. Un piatto semplice ma delizioso. Un abbraccio di cuore

  2. Era da un po' che non passavo! Mi dispiace moltissimo per Cisco! vero, molte persone non capiscono l'amore che si possa provare per un animale, ed invece è tale e quale a quello che si prova per gli umani!
    Un anno fa ho perso la mia gattina (aveva 3 anni)in due settimane le hanno diagnosticato la felv e se n'è andata anche lei dolcemente.
    La frittata di pasta a casa si faceva spesso quando c'era mia nonna, con la pasta avanzata del pasto precedente, visto che era solita abbondare con le porzioni!! 😀
    Un abbraccio forte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.