|  | 

Zuppa di lenticchie rosse decorticate

Ormai conoscete la mia fissazione per creme zuppe e spezie e in questa ricetta c’è proprio la summa di tutti ciò che mi piace!
Non si tratta del dahl (la zuppa di lenticchie indiana) ma sicuramente a quella è ispirata! Mi piacerebbe trovare la VERA ricetta del dahl e sto meditando di fare la faccia di bronzo con qualche donna indiana che abita nelle mie vicinanze e chiedergliela!
Per ora mi accontento di questa mia libera interpretazione di una zuppa di lenticchie rosse decorticate.
Ho usato del brodo di pollo (che è leggero ma allo stesso tempo saporito) ma se preferite potete tranquillamente usare il brodo di verdure.
Le lenticchie decorticate non devono essere messe a bagno prima di utilizzarle ma se avete poco tempo a disposizione per la cottura fatelo lo stesso (io ad esempio le ho fatto stare una mezz’oretta a mollo).

La Ricetta

zuppa di lenticchie rosse

Ingredienti per 2 persone

200 g di lenticchie
1 cipolla piccola
2 cucchiaini ci curcuma
peperoncino
zenzero fresco
olio evo
sale

Procedimento

Tritatale la cipolla a fatela rosolare per 10 minuti a fuoco dolce in due cucchiai di olio.

Aggiungete la curcuma ed il peperoncino (la quantità del peperoncino dipende dai vostri gusti) e fate insaporire per alcuni minuti.

Unite le lenticchie e fate insaporire per un paio di minuti.

Infine salate e completate con una grattugiata di zenzero (non esagerate con lo zenzero altrimenti le lenticchie avranno un retrogusto amarognolo).

Ricoprite tutto con il brodo di pollo , ma va benissimo anche il brodo di verdure . Lasciate sobbollire per 30 minuti.
Una volta cotta potete frullare una parte con il frullatore ad immersione per rendere la vostra zuppa più cremosa!!!

P.S. Ecco la seconda parte del reportage da Budapest

Il Parlameno ungherese
Un cenno merita la prossima foto. Si tratta del “Museo del terrore” creato nel palazzo che ospitava la sede della polizia politica ungherese. In questo museo sono documentati gli orrori e le atrocità perpetrati sia sotto il regime fascista che sotto il successivo regime comunista in Ungheria.
La cosa più agghiacciante è la visita dei sotterranei dove si trovano le prigioni e le stanze usate per le torture. Non si può non visitarlo e non si può non rimanerne scossi.
La Sinagoga
Piazza degli eroi
Terme Szechenyi
La mano mummificata di Santo Stefano
Dovete sapere che io nutro una insana passione per le decoraziona natalizie strane e COSTOSE. Mi sono imbattuta nel negozio dei miei sogni e il povero Assistente non è riuscito a fermarmi…
Per favore non chiedetemi quanto ho speso… 😛
Lascio per l’ultima parte del reportage il CIBO!!!!!

Ne vedrete delle belle 🙂

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved

Articoli simili

26 Commenti

  1. Che delizia, vai con la faccia di bronzo che voglio anch'io la ricetta! Secondo me sarebbero contente di condividerla con te!!!
    Baci

    PS belle le foto, non vedo l'ora di gustarmi la parte del reportage sulle leccornie!!!
    Alice

  2. Ciao Dani! 🙂 Io sarei capace di fare la faccia di bronzo ahahahahahah, che ti frega? 😀 E poi la donna in questione non potrà che essere contenta, secondo me! 😉 Ad ogni modo, questa zuppa è deliziosa, bravissima! Mi piace l'aggiunta dello zenzero 🙂 Foto meravigliose, aspetto la terza parte sul cibo! 😀 😉 Un abbraccio e complimenti, buon inizio settimana amica mia! 🙂 :*

  3. Una bella zuppa adesso ci vorrebbe, fa freddoooo… Molto gustosa e molto invitante, complimenti. Buon inizio settimana. E ragazze non scordatevi, oggi e la giornata internazionale degli uomini. ^_^

  4. Cara, bellissimo reportage! Per deformazione professionale la mano mummificata mi interessa parecchio eheh! 😀 Decisamente meglio Budapest del Balaton.. credo che almeno a livello culinario nella capitale ci si possa sbizzarrire!! 😀 Che carina che sei! 🙂 E che buona questa zuppetta.. se mi dici di ispirazione indiana non posso non amarla! 😀 Un bacione stella vera, con tutto il cuore! 🙂

  5. Buona la tua zuppetta, con i crostini di pane la vedo proprio bene. Budapest è magnifica, io l'ho visitata in aprile, stupenda e le temperature decisamente più gradevoli. Un abbraccio.

  6. Aaaaaaaaaaaah le zuppe *.* aspetto l'inverno solo per gustare dei bei piatti fumanti di zuppe calducce e buone tipo la tua.. L'aggiunta della curcuma mi mancava e voglio provarci (sperando in casa non mi lincino essendo loro poco amanti delle spezie). Intanto aspetto pure la terza parte delle foto..
    Ps. Altra cosa in comune: pure io adoro le decorazioni natalizie e anche il mio Amore pazientemente mi accompagna nei miei tour entra esci dai negozi..

  7. fai la faccia tosta ti prego con qualche donna indiana cosi' ci dai la ricetta!!! intanto segno questa perche' anche io adoro le zuppe belle calde e speziate!!!!
    il tuo viaggio mi piace sempre di piu':)
    ora aspetto la parte sul cibo sono curiosa!!!
    un bacione e buon inizio settimana

  8. carissimissima!! che invidia il tuo viaggio, sono anni che voglio andare a Budapest, me ne parlano tutti benissimo! anche io adoro le lenticchie rosse, cuociono in pochissimo tempo e sono molto più saporite! Il dahl non mi è mai venuto come l'ho assaggiato in vari ristoranti indiani, però anche fatto da cuochi indiani non ne ho mai mangiato uno uguale a un altro, ognuno ha la propria ricetta, quindi credo che non esista un originale.. un po' come le lasagne della nonna 😉

  9. Che buone le zuppe e vellutate. Io ne sto facendo collezione con il primo freddo. Questa poi ha un colore invitantissimo! Ah le decorazioni natalizie… anche io ci spendo stipendi, ma non per quelle costose bensì per quelle in stile shabby e country. Le adoro!! Un abbraccio

  10. Dani innanzitutto ti ringrazio per essere sempre presente e dolcissima…il tuo affetto mi riempie di gioia e mi motiva tantissimo!!!! La zuppa di lenticchie è la mia preferita, mi piace anche in versione vellutata…ho cominciato a mangiarla quando preparavo gli omogenizzati per Flavia e non l'ho più abbandonata…con un milione di crostini al burro…mmmmmm!!! Il tuo viaggetto è stato davvero strepitoso…Budapest è una città che mi ha sempre attirato moltissimo,malinconica e romantica…Ora sono curiosissima di vedere la parte che riguarda il cibo…su su non mi tenere sulle spine!!!!
    Un bacio e buona notte cucciola!
    Paola

  11. Ciao cara! Sono stata in India lo scorso agosto e mi sono fatta dare dalla mia guida (appassionata di cucina) tante ricette originali. Molte le ho pubblicate sul mio blog (ti lascio i link qui sotto se ti va di curiosare).
    Il dahl non l'ho ancora preparato ma ho la ricetta. Recupero il mio libricino di appunti e te la do molto volentieri. E' delizioso!!
    http://francescainthekitchen.blogspot.it/search/label/India
    http://francescainthekitchen.blogspot.it/search/label/Laccha%20Paratha

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *