fbpx

Alla scoperta della Maremma: Grosseto e il Game Fair

Sono reduce da due giornate bellissime a Grossetonon sono entusiasta solo perché dopo tanti mesi finalmente mi sono allontanata dal lavoro 😛

Grosseto è deliziosa! Il suo centro storico di stampo medioevale è piccolo carino e molto ordinato.

Aggirandomi per le viuzze del centro ho scoperto che i grossetani sono molto attenti ai particolari. Ho scovato degli angolini incantevoli e pieni di estro (che mi hanno ispirato per delle piccole modifiche che voglio fare sul mio terrazzo >.<).

duomo grosseto




 

grosseto

 

 

grosseto

 

 

grosseto

 

 

grosseto

 

 

Mangiare bene in zona è molto semplice. Il livello medio della cucina è alto. Oltretutto i menù spaziano dal pesce fresco (vista la vicinanza al mare) alla carne, in particolare alla cacciagione (come da buona tradizione maremmana).

Ecco due specialità che ho avuto il piacere di assaggiare:

ristoranti grosseto

Prima i pici alla marinara, perfettamente mantecati con il loro condimento fresco di giornata. E poi gli spettacolari tortelli ricotta e spinaci  dalla sfoglia talmente sottile da sciogliersi sulla lingua!

Entrambi i piatti sono frutto delle sapienti mani della signora Diva (dell’omonimo ristorante “Da Diva”) che ormai da una vita ogni giorno prepara pasta fresca e cacciagione.

ristorante da diva grosseto

La cacciagione è una degli  ingredienti principe della cucina maremmana, cucina che diventa punto di incontro tra cacciatori ed agricoltori in un delicato equilibrio di grande rispetto delle materie prime. 

Di questo tema si è discusso al Game Fair! (Io sono quella in prima fila con il pantalone rosso >.<)

Grazie al CNCN (Comitato Nazionale Caccia e Natura) e alla Fiera di Grosseto ho avuto modo di intervenire alla conferenza, tenutasi nel corso della Fiera Game Fair, in cui CNCN, Coldiretti, Legambiente Federcaccia Federparchi e Ispra hanno discusso sul come rendere la cacciagione una risorsa creando una filiera sino ad ora inesistente. Sapete che da sempre sono a favore di un consumo sostenibile e grazie al dialogo tra queste Associazioni sembra possibile l’aprirsi di uno sbocco intelligente e sano in questo senso.


Al termine della conferenza mi sono concessa un giro tra le meraviglie che la fiera offriva!  

 

 

game fair grosseto

 

 

game fair
Flickr – Foto di Franco Palamaro per Fiera di Vicenza

 

 

 

game fair
Flickr- Foto di Franco Palamaro per Fiera di Vicenza

 

 

 

E poi per la prima volta ho provato il tiro al piattello! Giuro è una cosa bellissima *_*


Dopo questa faticaccia mi sono rinfrancata mangiando arrosticini e sorseggiando Morellino di Scansano (che in effetti con mia somma gioia ho sorseggiato nel corso di tutta la mia permanenza).


Concludo questo mio piccolo reportage con una bella foto che rappresenta il clima carino e conviviale che ho respirato in questi giorni: un bel selfie di gruppo con il Presidente di Fiera di Vicenza S.p.A. Matteo Marzotto (tanta allegria e non avevamo ancora cominciato a bere Morellino 😛 ).

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

Copyright 2011-2015© Daniela Vietri – All Rights Reserved

2 Replies to "Alla scoperta della Maremma: Grosseto e il Game Fair"

  • comment-avatar
    Manu 8 Giugno 2015 (7:35 am)

    Che belle foto!
    Grazie per averle condivise.
    Un abbraccio

  • comment-avatar
    Francesca P. 9 Giugno 2015 (12:25 pm)

    Io voglio quella bici piena di fiori per scappare via, andare in certi posti, mangiare tutto tutto e fare mille foto! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!
Instagram