| 

Focaccia di patate con lievito madre alle olive

La focaccia di patate con lievito madre alle olive è l’ideale per accompagnare i vostri spuntini!
Da quando Sara mi ha regalato la pasta madre sono stata presa dalla cosiddetta “frenesia della panificazione” passando dal terrore dei lievitati alla voglia di provare a fare di tutto.
Ammetto che certe volte di fronte al rinfresco del lievito madre penso “Oddio che p****, chi me lo fa fare…” ma poi presa dai sensi di colpa “lo nutro” e a quel punto scatta la molla che mi fa preparare un bell’impasto!
Questa ricetta viene da un libro di Sara Papa (il titolo non lo ricordo perché confesso di averla letta a scrocco in libreria 😛 ). L’ho un po’ rimaneggiata nelle dosi perché non le ricordavo bene… quindi diciamo è una mia elaborazione 😉

La Ricetta

Ingredienti teglia 20 x 30 cm

150 g di farina 0
150 g di farina di manitoba
100 g di patate lesse
80 g di lievito madre
250 ml di latte intero
1 cucchiaino raso di zucchero
2 cucchiaini di sale
olio evo
200 g di olive nere denocciolate

Procedimento

 

Sciogliere in lievito madre in una parte di latte tiepido.

Aggiungere le farine ed impastare vigorosamente aggiungendo il latte rimasto.

Infine unire le patate, un paio di cucchiai di olio, il sale e lo zucchero e continuare ad impastare per almeno 15 minuti.

Formare una palle con l’impasto e metterlo a riposare coperto (io l’ho messo in forno spento) per almeno 12 ore.

In effetti è sufficiente che l’impasto raddoppi di volume (come nella foto) ma più lo farete lievitare più la focaccia risulterà leggera e digeribile.

Una volta lievitato stendete l’impasto con le mani ed adagiatelo nella teglia.

Condite la focaccia con le olive. Premetele bene nell’impasto che farete lievitare per un altra ora sempre in forno spento, ma questa volta non è necessario coprirlo.
Non abbiate paura nel “conficcare” le olive nella focaccia che nell’ora successiva lieviterà loro intorno.

Infine versate dell’olio (per il quantitativo regolatevi in base al vostro gusto) salate la superficie ed infornate a 200° per 25 minuti.

 

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d’autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2011-2013© Daniela Vietri – All Rights Reserved




Articoli simili

44 Commenti

  1. Magnifica!! Ti capisco quando dici che sei presa dalla smania 😀 Anche io cerco uno "spacciatore" nei dintorni che mi rifornisca di un po' di lievito madre per cominciare a fare qualsiasi cosa.. Sicuro il pane non lo andrei più a comprare 😉
    Intanto mi segno pure questa focaccia che appena lo spacciatore lo trovo, mi provo pure la focaccetta 😀

  2. Ps. Spesso pure io mi vedo le ricette a scrocco in libreria, solo che la mia memoria ogni tanto vacilla, per cui mi scordo che cosa ho letto e/o i procedimenti XD
    Baciuzzi

  3. Ciao Dani! 🙂 Che bel regalo ti ha fatto Sara, fantastico! Dai, ne vale la pena fare il rinfresco… guarda qui che meraviglia! 😀 Complimenti, ho decisamente l'acquolina 😛 Mi piace questa cosa dello scrocco in libreria, ahahahahah 😉 Un abbraccio fortissimo :**

  4. Dani, che brava! Finora ho sempre preferito il dolce ma il mio nanerottolino forse predilige il salato, quindi mi sa tanto che presto proverò i lievitati! Ho una zia "spacciatrice", devo solo superare l'ansia da lievito madre!! 😉 buona giornata e complimenti per la focaccia, sarà buonissima con le olivette!

  5. i tuoi impasti sono meravigliosi!!!
    ho in cantiere una focaccio pugliese con le olive nere, sempre lievito secco ma questa volta madre…pian piano ce la farò 🙂
    complimentissimi a te che gestisci una tale creatura!

  6. Le olive sono come tanti piccoli occhi che ci guardano… 🙂
    Capisco le "fissazioni" culinarie, si scopre un cibo, è subito amore e nasce la dipendenza e la voglia di farlo sempre… 😀 Continua così, i risultati sono molto buoni, a quanto vediamo!

  7. mmm guarda, io ormai è un po' che smanetto con la mia Gina, e la frenesia non m'è ancora passata :)) perciò ti capisco!! buonissima, la focacciaaaa!

  8. Sta per arrivare anche a me la pasta madre, non ne vedo l'ora ma sono assolutamente impreparata ;-), farò appello a tutti gli aiuti possibili ed immaginabili 🙂 per prenderci confidenza se i risultati sono questi. Mitico!!!

    PS. allora domani ci sei a eataly? mi pare ci si veda alle 18.00….dammi un tuo riscontro :-).
    baci

  9. La tua focaccia dev'essere molto stuzzicante. Io ancora non ho voluto provare a fare i lievitati, chissà se un giorno cambierò idea? Un abbraccio forte forte …e tanti auguri!!!

  10. Certo cara che il lievito madre e' tutta un' altra storia, una focaccia morbidissima, alta deliziosa veramente.Forse un giorno ci provero' anche io ad utilizzarlo.Baci

  11. Dani, ho affrontato il tema farine (e relativa forza) più lievito madre proprio ieri (al corso per cuoco che sto frequentando) ..adesso non ho davvero più scuse, mi ci devo cimentare pure io!!!
    Bravissima, questa focaccia è buona buona!!!
    Un abbraccione! Roby

  12. LA FACCIO SEMPRE ALL'APERITIVO FESTE PAESANE (FOCACCIA BARESE DI SARA PAPA) IO METTO I POMODORINI CHE A TE NON PIACCIONO

  13. non dirlo a me Dani…il lievito è costanza…è quasi come avere una creatura in più in casa;) che bello venire da te..era da un pò che non riuscivo..ti stringo forte forte.la tua focaccia mi sembra perfetta..vivrei di ste cose:) a presto amica mia

  14. Mamma mia, non puoi farmi questo ora che devo limitare carboidrati e lieviti! Ma prima o poi la proverò anch'io! Con la pasta madre, che mi incuriosisce da morire!
    Ciao Carissima e buona domenica!

  15. Tesoro scusa se non sono passata da un po' ma sto davvero poco al computer ultimamente, c'è un progettino che spero di poter realizzare… ma non dico niente, incrocio solo le dita!! Come vi invidio per questa passione per il lievito, io credo che non avrei mai la costanza di "nutrirlo" ecc, anche perchè non so proprio da che parte cominciare con gli impasti 🙁 Grave pecca…
    La tua focaccia ha un aspetto super invitante, e che fame!
    Ciao tesoro un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.