La strada delle nuvole

La strada delle nuvole è il primo romanzo di Jenny Tinghui Zhang.

Per l’autrice si tratta di un libro molto sentito, scritto per denunciare un fatto storico passato sotto silenzio in America. Ma di questo parleremo dopo, partiamo dalla trama.

La strada delle nuvole: la trama

Nella Cina del 1882 la vita della giovane Daiyu viene sconvolta dall’improvvisa scomparsa dei suoi genitori.

la strada delle nuvole

La nonna poi la allontana da casa per proteggerla, dicendole di fingersi maschio e non rivelare a nessuno la sua identità. Iniziano così le disavventure di Daiyu che dopo un breve periodo di relativa tranquillità nella scuola di un maestro calligrafo verrà rapita e portata in America dove verrà venduta ad un bordello.

Riuscirà a scappare ma questo non la renderà comunque libera.

Recensione

Innegabilmente ben scritto La strada delle nuvole è un romanzo che si lascia leggere con facilità.

Riesce a mantenere sempre vivo l’interesse del lettore grazie all’incessante susseguirsi delle peripezie della protagonista.

Circostanza che se per un verso è un pregio, perché rende più avvincente la lettura, per un altro verso è un difetto, perché le sciagure che si abbattono sulla povera Daiyu ad un certo punto cominciano ad essere eccessive.

L’autrice infatti nel tentativo di accendere i riflettori su circostanze poco note di quegli anni, calca parecchio la mano  sull’infausto destino della protagonista che, in maniera improbabile, si ritrova prima orfana a causa dell’impegno politico dei genitori in Cina, poi vittima della tratta umana degli schiavi, poi obbligata a prostituirsi ed infine letteralmente nel cuore del movimento anticinese americano di fine secolo.

Ci si ritrova inevitabilmente a pensare “possibile capitino tutte a lei?” e la trama finisce con l’avvicinarsi pericolosamente a quella di una soap opera.

Il libro però raggiunge in pieno l’obbiettivo dell’autrice che era quello di portare a galla il tema della violenza perpetrata in America ai danni dei cinesi alla fine del 900’. Nel mio caso ero completamente ignara di simili accadimenti ed il libro è stato l’occasione per ampliare il mio sguardo.

Ve ne consiglio quindi la lettura sia per svago che come occasione per venire in contatto con questo tema.

Altri libri interessanti per scoprire fatti storici poco conosciuti sono anche Storia della nostra scomparsa e La ragazza dei girasoli.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.