L’albero della nostra vita

L’albero della nostra vita romanzo dell’americana Joyce Maynard scrittrice e sceneggiatrice nonchè giornalista con all’attivo diciassette romanzi.

L’albero della nostra vita: la trama

La giovane Eleanor è in cerca del suo posto nel mondo.

Figlia di una coppia che le ha sempre riservato scarsa attenzione, resta sola al mondo ancora giovanissima quando i genitori muoiono in un incidente d’auto.

l'albero della nostra vita

Economicamente indipendente grazie al suo lavoro da illustratrice decide di comprare una isolata fattoria nelle campagne del New Hampshire e di renderla la sua casa.

Dopo alcuni anni di solitudine conosce il giovane e bellissimo Cam. I due si innamorano ed in breve tempo mettono al mondo tre figli.

La famiglia diventa l’unico universo di Eleanor che avrà non poche difficoltà a gestire le tragedie della vita che faranno irruzione nel suo presente.

Recensione

Nonostante il titolo da soap opera americana L’albero della nostra vita è un romanzo profondo, anche se non privo di pecche.

Eleanor è un personaggio che non ho amato. Se all’inizio si prova simpatia per la povera orfanella vittima dell’aridità emotiva dei genitori e si comprende il suo desiderio di annullare se stessa in omaggio alla famiglia che ha sempre desiderato, non si riesce poi a comprendere la portata devastante del buio da cui si lascia avvolgere una volta che il suo mondo entra in crisi.

La sua assoluta incapacità, non dico di reagire, ma di guardare dentro se stessa per migliorare la propria vità è disarmante.

Il tragico incidente del figlio porta a galla un insoddisfazione covata per anni, ma lei la ignora con assurda testardaggine distruggendo tutto quello che la circonda. E quando il suo universo deflagra su se stesso Eleanor concentra la sua rabbia sull’unico facile bersaglio a portata di mano: il marito Cam.

Terrificante il finale in cui Eleanor, dopo aver sabotato per anni le proprie speranze di felicità, ritrova un punto di partenza nella debolezza del povero Cam.

Sì è vero mi sono immedesimata e non ho potuto fare a meno di odiarla. Ho trovato Elanor non solo patetica, ma anche di un egoismo mostruso ed ottuso. Una finta martire che con il suo atteggiamento ha avvelenato la vita dei tanto amati figli.

Però questo mio sentimento ha reso la lettura avvincente ed interessante. Ho un piccolo appunto sulla narrazione, in alcuni punti ridondante e ripetitiva. Il romanzo è lungo un centinaio di pagine di troppo.

Nel complesso comunque promosso!

La vicenda familiare di Eleanor mi ha ricordato moltissimo quella di uno dei protagonisti del bellissimo Amatissimi di Cara Wall che dovreste assolutamente leggere.

  • L’ALBERO DELLA NOSTRA VITA
  • pp. 496 – prezzo € 20,00
  • NN Editore

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.